Prima pagina

Aumenti in bolletta sui consumi di gas, +5,3% rispetto allo scorso anno: come fare per risparmiare

Nel 2021 sono aumentati i costi relativi al gas, con una percentuale del 5,3%. Si tratta di una situazione che per certi versi non deve stupire, considerando il crollo del mercato energetico nel 2020 e la ripresa durante questi primi mesi del 2021. Ecco perché oggi scopriremo insieme i migliori consigli per risparmiare sulle spese relative al gas.

I motivi dell’aumento

Senza entrare in discorsi eccessivamente tecnici, l’aumento del prezzo del gas in bolletta è dovuto in via principale alla lievitazione del costo delle materie prime. In sintesi, oggi l’approvvigionamento del gas, come quello dell’energia elettrica, costa di più rispetto al 2020, per via della crisi dei mercati energetici dello scorso anno, legata al periodo di lockdown e alla pandemia.

Nel 2021 la situazione è migliorata e la ripresa ha causato un rialzo dei costi, riportandoli ai livelli di due anni fa. In realtà ci sono anche delle buone notizie: se si fa un paragone fra la situazione attuale e quella del 2019, le famiglie della Penisola restano ancora in credito, nel senso che le bollette costano cifre inferiori.

Consigli per risparmiare sui consumi di gas in casa

Nonostante non manchino le buone notizie, un aumento delle spese resta pur sempre un aumento, e di conseguenza richiede degli accorgimenti per poter essere tamponato in maniera adeguata. Il primo consiglio riguarda la stessa fornitura, dato che il prezzo del gas dipende anche dalla tariffa e dunque è bene scegliere quella più adatta alle proprie esigenze tra le opzioni disponibili online, per garantirsi un buon margine di risparmio già a partire da questo elemento.

Il secondo suggerimento riguarda l’uso del gas, dato che spesso sono gli sprechi energetici i grandi protagonisti dei salassi in bolletta. Per questo motivo, è il caso di evitare una gestione scriteriata del riscaldamento, ad esempio aumentando troppo le temperature fra le quattro mura domestiche. Non fa bene al portafoglio e nemmeno alla salute, per via delle conseguenze degli sbalzi di temperatura tra dentro e fuori. Inoltre, meglio coibentare l’edificio per massimizzare la resa del gas, in modo tale da spendere ancora meno in bolletta.

Chiaramente bisogna fare attenzione all’apertura delle finestre, perché una banale dimenticanza come questa – con il riscaldamento acceso – equivale a tanti soldi buttati letteralmente al vento. Inoltre, è molto sconsigliato lasciar asciugare i panni vicino ai termosifoni perché, oltre ad essere poco sicuro e a schermare il calore destinato alla casa, è anche molto nocivo per la salute; l’ideale sarebbe lasciarli liberi e riempire regolarmente di acqua i contenitori per umidificare l’aria.

Occhio anche all’uso del gas in cucina, dato che l’utilizzo dei fornelli grandi produce maggiori sprechi rispetto a quelli piccoli. A tal proposito si consiglia di far bollire l’acqua coprendo le pentole, per sfruttare al massimo il calore prodotto, evitando altri sprechi.

rubino energas

Altri articoli

Back to top button