ComunicatiIn evidenza

AUSPICI SANSEVERESI

L’Editoriale di DESIO CRISTALLI

In un periodo pessimo come questo, sia sotto il profilo sanitario e sia sotto il profilo economico, la prima speranza per il futuro dei Sanseveresi – come del mondo intero… – non può che essere il più presto possibile <<l’immunità di gregge>> legata alla quasi totale vaccinazione. In pratica, il sogno collettivo è il ritorno alla normalità, quella vissuta da tutti fino a quindici mesi fa. Si spera, naturalmente, che la ‘lezione’ sia servita a far capire a tutti che la vita va vissuta in modo migliore e più solidale, cioè che ognuno sappia rispettare la propria e l’altrui esistenza e non solo il soddisfacimento degli interessi singoli fregandosene del prossimo come è stato fino ad oggi. Ma tra gli auspici dei Sanseveresi non possiamo non annoverare altro, a cominciare da un più rigoroso ordine pubblico e da un esemplare senso civico, in linea con località socialmente più evolute. Che in fondo è quello che chiede da sempre la tanta gente perbene di casa nostra! E tutto ciò non può che passare anche attraverso incontri etico-didattico-socio-culturali più incisivi nelle nostre scuole medie e superiori, magari prevedendo 2-3 ore mensili a scelta dei dirigenti scolastici. Un’altra necessità da esaudire dovrebbe essere ogni sforzo possibile per una nuova vita di tutta la politica territoriale con una ricerca spasmodica di esempi di correttezza politico-amministrativa da offrire come modelli alla collettività (…vero, Signori transitati su più redditizie sponde politico-amministrative diverse da quelle di campagna elettorale???). Naturalmente tra gli auspici della nostra popolazione non può non esserci, in linea con quanto sta avvenendo ovunque nel mondo, il rispetto totale del territorio, di ogni forma di sano ambientalismo. Morale della favola: occorre che tutti prendano coscienza dei tanti errori commessi in tutti questi campi fino ad oggi, con una profonda riflessione volta a puntare ad una Città decisamente migliore di quella che abbiamo sotto gli occhi. Tutti si lamentano da sempre ma poi pochi rispettano le regole del buon vivere capace di mettere al bando interessi ed egoismi personali. UNA CITTA’ MIGLIORE E’ SICURAMENTE POSSIBILE a condizione che TUTTI, ma proprio TUTTI, si sforzino di dare una sterzata positiva ed eticamente forte al proprio modo di vivere. Detto fuori dai denti e senza sconti: SAN SEVERO E’ BELLA, CERTA SUA GENTE MOLTO MENO!

(foto Vladimiro Vene)

Altri articoli

Back to top button