ComunicatiPrima pagina

BANCA POPOLARE DI BARI: IL CODACONS SCENDE IN CAMPO A DIFESA DEGLI AZIONISTI ED OBBLIGAZIONISTI

“L’Avv. Luca ficuciello Responsabile prov.le del CODACONS illustra le imminenti iniziative che la Associazione dei Consumatori intende porre in essere a tutela dei risparmiatori”

E’ in corso l’indagine relativa alla gestione della Banca Popolare di Bari ed è necessario che gli azionisti e/o obbligazionisti che hanno subito in questi mesi dei danni di natura patrimoniale e non patrimoniale si attivino subito per entrare nel procedimento penale quali persone offese e/o danneggiate ed in futuro,quai parti civili richiedenti il dovuto risarcimento, in caso di richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura della Repubblica di tutti quei soggetti che risulteranno responsabili di comportamenti illeciti nella gestione della banca.
Non solo ma è necessario che tutti i danneggiati chiedano subito alla banca una serie di documenti necessari ai legali per analizzare la loro posizione individuale al fine di valutare quali vie perseguire per ottenere il risarcimento del danno subito, vie che non necessariamente si possono limitare alla sola partecipazione come parti offese oggi e parti civili un domani all’interno del procedimento penale, in quanto i soggetti tenuti al risarcimento del danno oltre alla banca in caso di condanna dei sui ex dirigenti, sono anche altri che potrebbero avere avuto nella vicenda della Banca Popolare di Bari, responsabilità civilistiche che se anche non penalmente rilevanti, qualora riconosciute dall’Autorità Giudiziaria, porterebbero far nascere in capo a detti soggetti un obbligo risarcitorio a favore degli azionisti e/o obbligazionisti della Popolare di Bari.
Si tratta in particolare di tutti quei soggetti istituzionali e non, tenuti garantire per obbligo contrattuale o dovere istituzionale, a tutelare il mercato e gli attuali danneggiati dalle irregolarità delle poste indicate in bilancio e della legittimità o meno di una serie di operazioni ad incastro tipo scatole cinesi che hanno portato all’attuale dissesto.
Non solo ma anche la stressa Banca Popolare di Bari per come ha venduto le azioni e/o obbligazioni potrebbe risultare tenuta a risarcire il danno procurato ai propri clienti.
L’intervento del Governo anche se utile non è certo risolutivo del rispetto al diritto risarcitorio in capo agli azionisti e/o obbligazionisti della Banca Popolare di Bari ( e così indirettamente degli ex azionisti Banca Tercas S.p.A. e Banca Caripe S.p.A.) e non può dare alcuna garanzia effettiva sul futuro della società.
Per informate gli azionisti e/o obbligazionisti della Banca Popolare di Bari del punto di vista dei legali del CODACONS circa quanto occorre fare in questa situazione e per consegnare loro le prime istanze da inoltrare all’istituto bancario ed agli altri possibili soggetti coinvolti in questa vicenda e per consegnare le nomine di persona / danneggiata offesa da depositare preso la Procura della Repubblica di Bari il CODACONS ha organizzato i seguenti eventi aperti al pubblico:CATANZARO,venerdì 10 gennaio 2020 presso la sala concerti di Palazzo de Nobili Via Jannoni dalle ore 16 in avanti;
BARI , sabato 11 Gennaio presso Hotel Rondò Corso Alcide De Gasperi, 308 dalle ore 17,00 in avanti

Vice Presidente Nazionale CODACONS
Avv. Bruno Barbieri

Altri articoli

Back to top button