Comunicati

Il Baratto Amministrativo è realtà, in Consiglio Comunale la maggioranza del Sindaco Francesco Miglio approva il regolamento

Il Consiglio Comunale a maggioranza ha approvato il regolamento del Baratto Amministrativo, al fine di consentire di coinvolgere i cittadini in difficoltà con i pagamenti dei tributi locali facendoli partecipare attivamente alla manutenzione dei luoghi pubblici e consentendo in tal modo agli stessi di poter adempiere ai propri obblighi tributari.

“Il Baratto Amministrativo – spiega il presidente della IV commissione consiliare, Arcangela de Vivo – viene applicato in favore dei cittadini i quali hanno tributi comunali Tasi e Tari non pagati sino al 31 dicembre dell’anno precedente alla presentazione della domanda, iscritti a ruolo ovvero nella lista di carico e non ancora regolarizzati. Possono accedere al Baratto Amministrativo i residenti nel Comune di San Severo da almeno 24 mesi dalla data di presentazione dell’istanza; di età non inferiore ai 18 anni; che posseggono idoneità psico-fisica in relazione alle caratteristiche dell’attività ovvero del servizio da svolgersi e non abbiano condanne penali a carico. Inoltre devono avere, alla data di scadenza della domanda, un indicatore ISEE non superiore ad 6.500 euro e possono presentare domanda compilando l’apposito modello entro il 30 aprile di ogni anno. Per l’anno 2016, la scadenza per la consegna della domanda è fissata al 31 Maggio”.

I cittadini che ne faranno richiesta e avranno i requisiti per usufruire del Baratto Amministrativo potranno scontare la propria debitoria svolgendo mansioni di pubblica utilità come la manutenzione, lo sfalcio e la pulizia delle aree verdi (villa comunale, parchi e giardini pubblici, aiuole); la pulizia delle strade, piazze, marciapiedi e altre pertinenze stradali di proprietà o di competenza comunale; lavori di piccola manutenzione degli edifici comunali come edifici scolastici, teatro, biblioteca, museo, impianti sportivi, centri civici o con la manutenzione delle aree attrezzate per bambini o degli arredi urbani.

I richiedenti saranno impiegati in moduli di otto ore per l’ammontare complessivo tenuto conto del valore simbolico di 60 euro per ciascun modulo e del limite individuale di 450 euro per famiglia.

“Con questo provvedimento – conclude il Sindaco Francesco Miglio – inauguriamo una stagione di partecipazione attiva di tutti i cittadini, anche di quanti vivono momenti di disagio economico ma che non intendono sottrarsi al dovere di pagare le tasse. Per l’avvio del provvedimento abbiamo stanziato una somma iniziale di 15 mila euro, ma in futuro in base anche alle richieste che perverranno agli uffici potremo destinare altre risorse economiche”.

Altri articoli

Back to top button