EventiSport

Basket: Allianz Vs Fabriano ha il ‘sapore’ di una gara playoff

di Ciro Mancino

 

Conquistato matematicamente il primo posto, è tempo per l’Allianz di confrontarsi con un avversario di tutto rispetto. Domenica, infatti, al “Falcone & Borsellino” giungerà la Ristopro Fabriano, terza forza del girone a pari punti con l’Amatori Pescara e a -2 da Chieti. La partita arriva nel momento di massima serenità per entrambe le squadre e, vista anche la qualità della rosa marchigiana, ha il ‘sapore’ di una gara playoff.

GLI AVVERSARI – La formazione di coach Alessandro Fantozzi viaggia spedita a suon di vittorie con l’ultima sconfitta risalente a quasi due mesi fa. Emiliano Paparella, Nicolò Gatti, Filiberto Dri, Ivan Morgillo (ex della gara) e Lorenzo Monacelli sono cestisti esperti e dalle mani ‘educate’ che possono seriamente impensierire la difesa giallonera. Sarà una sfida intensa anche perché i marchigiani hanno la certezza di giocarsi i playoff e sono, quindi, sgombri da ogni preoccupazione.

L’ALLIANZ –  Antonio Ruggiero 22, Emidio Di donato 13, Riccardo Antonelli 12, Ivan Scarponi 10 e Fabrizio Piccone 10. Sono i numeri della scorsa partita vinta contro Teramo; cinque giocatori in doppia cifra ed altri tre (Stanic, Rezzano e De Zerdo) molto vicini ad imitare i sopra citati. Significa, quindi, che tutto il roster di Salvemini è in ottima forma fisica/mentale ed è un segnale importante per concludere nel migliore dei modi il rush finale.

OCCHI PUNTATI SULLA… DIFESA GIALLONERA – Se è vero che il punteggio finale tra Allianz e Teramo è stato 95 – 76; è altrettanto giusto soffermarsi sui punti degli avversari. Nelle prime due frazioni, oggettivamente, erano i teramani a tenere il pallino del gioco, mettendo a segno 27 punti nel primo quarto e 23 nel secondo. I ragazzi di coach Domizioli sono entrati in campo con le idee chiare: aggressività durante il possesso della Cestistica, palle ‘sporche’ da rubare sotto canestro e precisione da ogni angolo del parquet. Solo le modifiche di Salvemini e la presenza fissa in campo di Antonelli e Rezzano hanno limitato le giocate degli ospiti che infatti nei successivi quarti hanno accumulato miseramente 26 punti. E’ da rivedere – ma sono ovviamente minuzie che fanno crescere – l’atteggiamento avuto nei 25’ di partita. Per una squadra come la Allianz, capolista del Girone C, forse 76 punti incassati, dalla quartultima della classifica, sono tanti.

Altri articoli

Back to top button