Prima paginaSport

Basket: l’Allianz San Severo inizia bene il 2022, Chieti battuta 88-67

Di Angelo Petrucci

Inizia bene il 2022 dell’Allianz Cestistica Città di San Severo che tra le mura amiche del Pala “Falcone e Borsellino” s’impone su una rimaneggiata Lux Chieti per 88-67. Una buona prestazione del collettivo pugliese consente ai gialloneri di balzare al terzo posto (in compagnia di Ferrara) del girone rosso di Serie A2 Old Wild West con 14 punti all’attivo. Questa gara era valevole per il recupero della dodicesima giornata di regular season. Chieti resta ferma con 6 punti, ma deve recuperare svariate partite per via delle complicanze generate dal Covid-19. I biancorossi ci hanno provato fino a qualche minuto dal termine, poi hanno dovuto sventolare bandiera bianca dinanzi a Sabin (36 punti) e compagni, nonostante ciò, la squadra abruzzese lascia il campo a testa alta.

Avvio equilibrato, Piccoli in difesa recupera palloni importanti e, con la complicità di Sabin, porta San Severo sul 9-5 al 3’. I gialloneri, però, sono già in bonus e con Moretti gravato di due falli personali. La Lux Chieti rincorre con Lips e Meluzzi ma coach Maffezzoli richiama i suoi in panchina perché l’Allianz al 4’ trova l’11-5. Woldetensae, Meluzzi e Bartoli salgono in cattedra e con un parziale di 0-8 punti consecutivi prima ricuciono lo strappo e poi portano gli abruzzesi in vantaggio, sull’11-13 di metà frazione tocca a coach Bechi chiamare timeout. Ristabilito l’equilibrio si gioca punto a punto ed a ritmi sostenuti. L’Allianz abusa del tiro dalla distanza e Chieti ne approfitta con le realizzazioni di Woldetensae e Dincic per il 21-26 del 7’. Al 10’ i biancorossi conducono per 23-26.
Gli ospiti tentano la fuga con Amici e Tsetserukou, dall’altro lato però ad accorciare le distanze ci sono Tortù e Pepper per il 32-32 del 13’. Di qua le squadre faticano a realizzare, si sbloccano per primi i padroni di casa con Moretti, così sul 34-32 del 15’ arriva una nuova sospensione teatina. Tortù e Sabin provano ad incrementare il vantaggio casalingo, Graziani, Meluzzi e Lips riportano la Lux a soffiare sul collo dei sanseveresi, timeout giallonero al 18’ sul 42-40. L’Allianz prova ad incrementare l’esiguo vantaggio e ci riesce con Sabin e Bertini, i quali siglano il 49-42 sul quale si va negli spogliatoi.
Al rientro in campo è il solito Sabin a guidare l’offensiva pugliese, gli rispondono Bartoli e Lips, ma la squadra dauna riesce a mantenere un vantaggio di circa quattro possessi. A guastare i piani dell’Allianz sono Meluzzi e Tsetserukou, i quali realizzando il 60-58 costringo coach Bechi al timeout al 28’. Si gioca sui canoni dell’equilibrio, sulla sirena Sabin insacca la tripla del 65-61.
San Severo ritrova il giusto piglio e con Petrushevski, Serpilli e Moretti risale sul + (73-63 al 34’). C’è confusione in campo, soprattutto per quanto concerne i biancorossi, così arriva puntuale la strigliata di coach Maffezzoli ai suoi al minuto numero 36. Quando mancano poco più di 2’ al termine sembrano scorrere i titoli di coda con Serpilli che sigla l’80-67. La vittoria pugliese si concretizza sulla quarta sirena che echeggia sul finale di 88-67. L’Allianz tornerà in campo domenica in quel di Nardò, Chieti si recherà a Fabriano.

Altri articoli

Back to top button