Prima paginaSport

Basket: l’Allianz San Severo si fa rimontare nel finale a Capo d’Orlando, vincono i siciliani 75-72

Di Angelo Petrucci

Esordio amaro e soprattutto beffardo in post season per l’Allianz Pazienza San Severo che a Capo d’Orlando perde in rimonta per 75-72 dopo aver dominato ed amministrato la gara per tre quarti di gara. La classifica del girone blu della Serie A2 Old Wild West vede l’Orlandina Basket salire a quota 6, l’Allianz invece resta ultima con 2 punti. Sembrava tutto già deciso fino al 30′, poi è stato dilapidato tutto quanto fatto. La squadra di coach Sodini ci ha creduto fino all’ultimo ed è stata ripagata con la vittoria.

Parte meglio San Severo, trascinata da giocate d’esperienza che portano la firma di Mortellaro, all’8′ i gialloneri conducono 12-20. La squadra di coach Bechi inizia a tirare molto dalla lunga distanza, dall’altro lato Floyd tiene in partita l’Orlandina, la prima sirena suona sul 15-22.
I biancazzurri lasciano molto spazio negli angoli, Contento prova ad approfittarne e porta i suoi sul 18-28 al 17′. L’Allianz stringe le maglie difensive ed al riposo lungo conduce 32-42.
Al rientro dagli spogliatoi è Clarke a siglare il 40-53 del 23′, il vantaggio pugliese viene incrementato grazie ad una superiorità a rimbalzo sia in difesa che in attacco, al 25′ coach Sodini non può far altro che richiedere timeout sul 43-56. Di qua i siciliani reagiscono, 5-0 di break e tocca alla panchina ospite chiedere sospensione. San Severo prova a ristabilire il vantaggio sulla doppia cifra con Ogide. Al 30′ i sanseveresi hanno un vantaggio di 53-61.
Johnson, Laganà e Floyd suonano la carica, l’Allianz annaspa e nel giro di tre minuti Capo d’Orlando trova il 62-63 prima ed il vantaggio poi sul 67-65 con la tripla di Floyd. Si gioca sui canoni dell’equilibrio, i sorpassi sono continui e reciproci, ad un minuto e mezzo dalla fine Clarke in totale libertà insacca la bomba del 68-72 sul quale coach Sodini richiama i suoi in panchina. Gli schemi saltano, sale l’adrenalina, Contento perde un pallone a metà campo che Johnson schiaccia a canestro in contropiede a 7″ dalla fine, 75-72 e timeout foggiano. Le cose non cambiano ed i due punti sono preda dell’Orlandina che esulta dopo il tiro del pareggio non capitalizzato da Contento.
La vittoria giallonera per buonissima parte del match sembrava già archivuata, così non è stato, vuoi per aver subito la rimonta avversaria senza saperla comtenere, vuoi per qualche errore di valutazione.

Orlandina Basket – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 75-72 (15-22, 17-20, 21-19, 22-11)
Orlandina Basket: Xavier alexander Johnson 25 (8/13, 0/8), Jordan mailk Floyd 23 (6/10, 2/9), Flavio Gay 16 (3/3, 2/5), Matteo Laganà 6 (0/1, 2/6), Samuele Moretti 5 (2/6, 0/0), Celis Taflaj 0 (0/2, 0/0), Alberto Conti 0 (0/2, 0/1), Baye modou Diouf 0 (0/0, 0/0), Andrea Del debbio 0 (0/0, 0/0), Giorgio Dore 0 (0/0, 0/0), Mattia Raví 0 (0/0, 0/0), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 24 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Xavier alexander Johnson 8) – Assist: 10 (Jordan mailk Floyd 5)
Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Rotnei Clarke 21 (5/10, 3/7), Marco Contento 16 (0/1, 4/8), Andy Ogide 12 (2/7, 2/7), Chris Mortellaro 12 (6/8, 0/0), Iris Ikangi 6 (0/5, 2/5), Michele Antelli 5 (1/2, 1/2), Marco Maganza 0 (0/3, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/3, 0/1), Riccardo Bottioni 0 (0/2, 0/0), Emidio Di donato 0 (0/0, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 12 – Rimbalzi: 44 12 + 32 (Andy Ogide, Iris Ikangi 8) – Assist: 17 (Marco Contento 4)

Altri articoli

Back to top button