In evidenzaPrima pagina

Basket: sconfitta casalinga per l’Allianz Pazienza San Severo. Vince Forlì 58-71

Di Angelo Petrucci

Ancora una battuta d’arresto per l’Allianz Pazienza Cestistica Città di San Severo, che tra le mura amiche del “Falcone e Borsellino” cede nel finale contro l’accreditatissima Unieuro Forlì per 58-71 nella sesta giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West. Ci si attendeva una vittoria più agevole della squadra di coach Dell’Agnello guidata da un Hayes in grande spolvero (28 punti), che ha messo la ceralacca sul successo solo a due minuti dal termine. La Cestistica ci ha creduto e provato, ma la completezza del roster forlivese, il gap tecnico e l’esperienza hanno inevitabilmente avuto la meglio, non è quindi bastata la prestazione super del giallonero Sabin (23). I biancorossi restano al terzo posto del Girone Rosso salendo a quota 8 punti dietro Ravenna e Scafati. L’Allianz Pazienza resta ferma a 4 punti occupando l’undicesima piazza.

L’Unieuro è subito padrona del gioco, l’Allianz rincorre sempre ma gli ospiti non trovano vantaggi tutto sommato considerevoli. I gialloneri sono trainati da Sabin, i forlivesi riescono invece a trovare realizzazioni da quasi tutto il quintetto. Sul 12-16 dell’8’, coach Dell’Agnello chiede un timeout. Il primo quarto termina sul 12-18 per i romagnoli.
Servono quasi due minuti per sbloccare le realizzazioni all’inizio della seconda frazione, ci pensa Sabin ad andare a bersaglio. È proprio lo statunitense dei padroni di casa a salire in cattedra e ristabilire l’equilibrio perfetto sul 20-20 del 13’, sospensione obbligata dalla panchina dell’Unieuro. Hayes, Benvenuti e Pullazi ridanno il giusto ritmo ai biancorossi, i quali impongono la loro superiorità, sul 24-29 del 15’ è compito di coach Bechi richiamare i suoi in panchina. Buona parte del quintetto sanseverese pasticcia, soprattutto in attacco, a tenere a galla i pugliesi è il solito Sabin. Le due squadre imboccano la via degli spogliatoi sul 33-35.
Al rientro sul parquet, Sabin è inarrestabile e sigla in compagnia di Moretti un parziale di 7-0 che vale il 40-35 del 22’ e che porta coach Dell’Agnello a fermare il gioco con un timeout. La reazione forlivese è speculare, i biancorossi insaccano a loro volta un contro break per mano di Bruttini e stavolta tocca alla panchina foggiana chiedere sospensione sul 42-43 del 25’. La partita è tiratissima e nessuna delle due compagini riesce ad imporsi. Al 30’ Forlì conduce 48-51.
L’Unieuro riesce a mantenere il vantaggio, ma lo fa faticando. Il gioco è spezzettato, le due squadre non trovano fluidità. Al 36’ Hayes dona un po’ d’ossigeno ai suoi realizzando il +10 (54-64), di qua inizia ad incidere concretamente l’esperienza ed il bagaglio tecnico degli ospiti, che davanti hanno la strada in discesa ed amministrano, ma con leggerezza, il divario. L’Allianz Pazienza non riesce a trovare il bandolo della matassa ed a 2’ dal termine scatta il garbage time. Le ostilità terminano sul 58-71.
Ora l’Unieuro Forlì scenderà nuovamente in campo domenica prossima in casa contro la capolista Scafati, scontro diretto invece per San Severo che si recherà a Cento.

Allianz Pazienza San Severo – Unieuro Forli 58-71 (12-18, 21-17, 15-16, 10-20)
Allianz Pazienza San Severo: Ty Sabin 23 (5/11, 3/6), Lorenzo Tortu 13 (3/6, 1/4), Keron Deshields 9 (3/7, 1/3), Samuele Moretti 9 (3/9, 0/0), Michele Serpilli 4 (2/3, 0/4), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/1), Matteo Piccoli 0 (0/0, 0/1), Antonino Sabatino 0 (0/1, 0/1), Tommaso De gregori 0 (0/0, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bertini 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Samuele Moretti 8) – Assist: 10 (Keron Deshields 4)
Unieuro Forli: Kenny Hayes 28 (9/14, 2/5), Davide Bruttini 9 (4/6, 0/0), Mattia Palumbo 8 (4/6, 0/2), Rei Pullazi 6 (2/6, 0/0), Jacopo Giachetti 6 (1/3, 1/4), Riccardo Bolpin 5 (1/3, 1/4), Lorenzo Benvenuti 5 (1/1, 0/0), Jeffrey Carroll jr 4 (0/2, 1/2), Nicola Natali 0 (0/0, 0/1), Paolo Bandini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Davide Bruttini, Mattia Palumbo 7) – Assist: 5 (Kenny Hayes 2)

Altri articoli

Back to top button