Comunicati

“Be the change: unite for a better internet”, lo slogan del SID 2017. Il tema della giornata mondiale dedicata al cyberbullismo. Le iniziative nelle scuole, a cominciare dalla formazione dei docenti del territorio, a San Severo.

Si è celebrata la giornata del “Safer Internet Day” e le scuole di tutto il mondo si sono fermate a riflettere sui problemi del cyberbullismo con attività finalizzate a far conoscere agli studenti le insidie che possono nascondersi nella “Rete”. Il bullismo, con la sua evoluzione tecnologica del cyberbullismo, è un fenomeno sociale in crescita esponenziale, che fagocita risorse, energie positive e crea forme discriminatorie e depressive nei ragazzi che non riescono a venir fuori dalla “rete” del ragno. Ma, al di là di tutto, insieme alla forma educativa e preventiva, manca quella repressiva. In qualità di scuola capofila l’ITES “A. Fraccacreta” di San Severo, ha elaborato, in accordo con le linee di orientamento del MIUR (Ministero dell’università e della ricerca), un “Piano di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo” allo scopo di creare una struttura organizzativa che possa definire le azioni che la scuola ha intenzione d’intraprendere per prevenire e contrastare il fenomeno. “Un’azione di prevenzione del problema nasce solo dalla consapevolezza culturale ed etica dei docenti e da un’adeguata conoscenza delle problematiche, oltre che dalla loro condivisione – ha dichiarato Filomena Mezzanotte, dirigente scolastico dell’Ite ‘Fraccacreta’, da sempre sulla questione – un centinaio di docenti delle scuole secondarie superiori del territorio, guidati dagli specialisti del ‘Dipartimento di dipendenze patologiche  sez. 1 di San Severo’, s’incontreranno, da febbraio ad aprile, nei locali della nostra scuola, per un corso di formazione su tematiche significative”. Le azioni promosse rientrano nel più ampio programma di formazione dei docenti organizzato dalla rete delle scuole secondarie di secondo grado di San Severo e Torremaggiore. Oggi, invece, il “Fraccacreta”, ha in programma eventi dedicati alla lotta del cyberbullismo. Le conclusioni della dirigente Mezzanotte: “Il nostro istituto ha realizzato una serie d’iniziative che, partendo dalla proiezione di diapositive esplicative del fenomeno, passando attraverso la proiezione del film ‘Il bacio’, di Ivan Cotroneo, si sono concluse con un dibattito guidato dai docenti e dai peer educator nelle classi prime. Agli studenti di queste ultime, il 10 febbraio è stato somministrato in forma anonima un questionario con valore conoscitivo per meglio valutare le criticità”. Ad unire simbolicamente tutte le scuole del territorio un lunghissimo “nastro blu” come a Foggia, nell’ITE “B. Pascal”. Così, Giuliarosa Trimboli: “Il Safer Internet Day (SID), organizzato da Insafe-Inhope network, serve a promuovere l’uso sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo. Lo sviluppo del web ha fornito opportunità inimmaginabili fino a qualche decennio fa e non bisogna dimenticare che la rete, come ogni cosa, nasconde anche insidie da cui bisogna sapersi difendere e che spesso vedono come vittime i cosiddetti ‘nativi digitali’, giovani ragazzi cresciuti con le tecnologie e ormai abituati a un uso massiccio di Internet fin da piccoli. Proprio per non abbassare la guardia rispetto a questo pericolo e per contribuire alla costruzione di un uso sempre più responsabile del web da parte di tutti gli utenti specialmente i più giovani, il ‘Pascal’, ha organizzato un workshop sul tema: ‘I pericoli del Cyberspazio nell’era dei social media e del Dark Web’, relatore Danilo De Rogatis, Responsabile area sistemi informativi ed innovazione tecnologica dell’Università di Foggia. Hanno preso parte all’incontro tutti gli studenti del biennio, nel nostro Auditorium”.

       Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button