ComunicatiIn evidenza

Buona la prima del film di Eric Veneziano: CalmApparente, tratto dal romanzo di Mauro Valente.

Battesimo più che positivo per l’anteprima nazionale a San Severo, di venerdì 25 ottobre, proiettata al Cinema Cicolella, del film: “CalmApparente”, di Eric Veneziano, ispirato al romanzo omonimo di Mauro Valente, avvocato, scrittore, sceneggiatore sanseverese. Queste le considerazioni del giovane regista, Eric Veneziano: “Ho 26 anni e vengo da Torino. Ho sempre avuto una forte passione per il cinema. Ho iniziatola carriera girando video per artisti emergenti che poi sarebbe stati sui noti ‘talent show’ e pian piano ho raggiunto milioni di visualizzazioni. Arrivare a CalmAppartente è stato un azzardo ma è fatta! Avevo letto il libro di Mauro Valente e, tra tutti, è quello che si prestava ad una rivisitazione cinematografica, perché è molto dinamico”. Da Torino a San Severo, per Eric è stato un po’ come “Partire dal polo Nord e arrivare al polo Sud”, ha evidenziato: “Non sapevo nulla di questi posti meravigliosi. Mi ha colpito il senso dell’accoglienza, la disponibilità delle persone, il senso della famiglia e di essere famiglia. Sono tutti valori che porterò sempre con me. Logicamente, non mi soffermo sul cibo che è eccellente”. Eric Veneziano ha già le idee chiare da un punto di vista professionale e continua: “A quel punto ho prospettato a Mauro la mia idea che, dopo la classica notte che ‘porta consiglio’, mi ha chiamato ed è iniziata l’avventura. Ho riscritto il libro, un giallo drammatico, sezionandolo nel modo che rendesse di più le scene e la storia stessa che, alla fine, non è stata cambiata. Abbiamo inserito tre personaggi che non c’erano nel romanzo ma sempre per dare il taglio cinematografico giusto. Ci sono stati 4/5 mesi di pre produzione e poi abbiamo iniziato le riprese. Era necessario avere tre attori ‘professionisti’, e abbiamo selezionato dai miei video musicali: Valentina Graziano, di Torino; Valerio Bonetti, di Lecce; Paolo Corongiu di Roma. Il resto del casting è formato da attori amatoriali del luogo ma molto capaci. Anche le scene tipicizzano il territorio, essendo state girare a San Severo, Foggia, Rignano Garganico, Castelnuovo della Daunia, Torre Mileto e altri posti molto belli. Tra le maggiori difficoltà incontrate – ha aggiunto Veneziano – sicuramente il caldo, perché le riprese sono state fatte a cavallo tra maggio e l’inizio di luglio. La camera che avevo addosso per tutto il giorno, dal peso di 15 chili, mi pareva pesasse il triplo. Per il resto è andato tutto bene e la curiosità delle popolazioni locali, durante le scene, è stata la cosa più bella”. La storia di CalmApparente, che ruota intorno a Giorgia, una ragazza intelligente ma afflitta da una disabilità grave, è davvero intrigante: “La trama del romanzo è bella – ha sottolineato Eric Veneziano – un giallo che, nel film, rispecchia il romanzo di Mauro, scritto nel ’15, per quella che è la storia di Giorgia e di padre Matteo. I tre personaggi nuovi danno più dinamicità al film (la snob e arrivista; il ragazzo impacciato e secchione; l’impiccione ma gran simpaticone) ma resta Giorgia la vera protagonista, interpretata magistralmente da Federica Valente: è lei la vera star! Quando l’ho vista recitare mi ha davvero impressionato. Anche Antonio Parisi,padre Matteo, ha avuto una recitazione di qualità e mi ha commosso in una scena; idem, Salvatore Luca Tota, il papà di Giorgia, con una buona interpretazione che ci ha strappato le lacrime in una scena finale, piena di emotività. Ma ciò vale per tutti gli altri, considerando l’impegno profuso. Hanno saputo stare nei panni dei personaggi del romanzo con disinvoltura e capacità”. Le conclusioni del giovanissimo Eric Veneziano, serio e determinato regista, sul futuro di CalmApparente: “Le date di proiezione a San Severo (dal 25 al 27) sono davvero da tutto esaurito. C’interesserà molto l’opinione del pubblico e la sua reazione. Anche se il film non ha un distributore, lo porteremo un po’ in giro e lo presenteremo a concorsi e festival cinematografici. Non credo in un seguito, però. Per il resto è stata davvero una bella ed esaltante esperienza che, per me, rappresenta un punto di partenza. Ma aspettiamo il responso del pubblico. Anche Mauro, che recita nel film, ci tiene”. Tutto, per ora, è CalmApparente. Ma: buona “la prima”, comunque.

Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button