In evidenza

CADUTA GIUNTA SAVINO: Le dichiarazioni di Capone

La caduta della giunta Savino a fine mandato ė il segnale che è giunto il momento di cambiare, di rinnovare. Adesso non è più il tempo di stare a fare giochetti di palazzo, la cittadinanza soffre della crisi economica

 

che miete vittime quotidianamente ed è poco interessata alle beghe di cortile. Oggi più che mai va data fiducia ad un programma serio che porti alla città risorse utili a fronteggiare il grave momento, di qui il mio impegno a far si che il governo di palazzo celestini sia improntato alla cura degli interessi di tutti. La fine anticipata di un mandato denuncia l’incapacità del centrodestra di governare questo paese.

PUG

Lo stesso PUG licenziato solo dopo cinque anni di amministrazione così come era stato già consegnato ad inizio mandato, frettolosamente tagliato per 140 Ha, senza un criterio omogeneo eliminando totalmente una voce del Piano è bisognoso di revisione, ma non possiamo attendere altri lustri, l’economia deve ripartire per cui va sfruttata l’occasione per avviare un serio e serrato dibattito sul progetto della nostra città. Tutti gli attori (cittadini, imprenditori, associazioni e i partiti) dobbiamo discutere sulle opportunità che il PUG offre alla nostra realtà per rendere la nostra città più vivibile, ricca di servizi e a misura d’uomo, affidando a nuovi uomini il compito di ricercare il sistema per concretizzarle. Occorre adesso pianificare lo sviluppo della città partendo dal nostro patrimonio storico e culturale unito all’agricoltura, tenendo conto della tutela e la salvaguardia del territorio, evitando lo sviluppo a macchia di leopardo che si è avuto ultimamente per consentire comunque l’avvio di alcune iniziative imprenditoriali, ma dovrà essere nello stesso tempo il metodo per riqualificare questi tipi di interventi.

SICUREZZA

Allo stesso tempo bisogna agire in materia di sicurezza urbana dove la parola d’ordine deve essere  “prevenzione”. Prima di tutto ci si deve attivare per una maggiore sinergia tra polizia locale e le altre forze di polizia; dare  sostegno, per una maggiore incisività, alla polizia locale storicamente più vicina ai bisogni della cittadinanza mediante la dotazione di strumenti più idonei alla prevenzione; formare personale specializzato, nell’ambito della polizia locale quale vera polizia di prossimità conoscitrice dei problemi che vive la collettività;  istituire un programma di educazione stradale ed educazione alla legalità nelle scuole; assumere “ausiliari della sosta”  al fine di garantire un maggiore controllo del territorio da parte degli uomini della polizia locale; sollevare la Polizia Locale dalla gestione delle attività meramente amministrative ( registrazione verbali, notifiche, ruoli, riscossione sanzioni ecc.) con l’affidamento a società di servizi al fine di recuperare personale da destinare al controllo del territorio.


San Severo 13 febbraio 2014



Avv. Antonio CAPONE

Candidato Sindaco  – Primarie Centro sinistra

Altri articoli

Back to top button