CulturaPrima pagina

CALCANTE PARLA AI SANSEVERESI

di MICHELE MONACO

PRONTO, PRONTO, SONO UNA GIORNALISTA, PARLO CON IL FAMOSO INDOVINO CALCANTE?

Si, sono io ma da dove chiamate? Come avete fatto a trovarmi negli Inferi?

LEI È UN FAMOSO VEGGENTE DELL’ANTICA GRECIA, LEI SA BENE CHI SONO E SA BENE CHE LA STO CHIAMANDO DA SAN SEVERO, DOVE LE HANNO INTESTATO PERSINO UNA STRADA DIETRO ALL’EX-PIAZZETTA COPERTA-

Ah…San Severo, Piazza Castello, ora ricordo: è vero!  In quella piazza, il valoroso principe guerriero DIOMEDE innalzò un tempio in mio onore. Proprio dove è collocata adesso la chiesa di San Giovanni.

MA COME ACCADDE TUTTO QUESTO, CI DICA…

Dopo la guerra contro i Troiani, i Greci non vollero rinunciare a me come portafortuna e portarono le mie ceneri sulle coste della Puglia, nel Gargano, e DIOMEDE, dopo aver fondato Arpi, fondò CASTRUM DRIONIS, Castel  Drione, oggi chiamato SAN SEVERO (secondo un’antica leggenda).

MI SCUSI…MA A COSA È DOVUTA QUESTA SUA NOTORIETÀ?

Mi meraviglio di lei…ma come non sa che OMERO disse di me, nell’Iliade, che come veggente non avevo rivali? Ho ricevuto il dono della profezia dal dio APOLLO.

MA COSA HA PREDETTO NELL’ILIADE?

Ho predetto con 10 anni di anticipo che la città di Troia sarebbe stata espugnata, ho predetto che se ACHILLE doveva scendere in campo, occorreva che AGAMENNONE liberasse CRISEIDE. E così avvenne. Tutto questo è scritto nel poema omerico.

INSOMMA, DIVINO CALCANTE, SAN SEVERO PROVIENE DAI MITI DELL’ANTICA GRECIA E LEI FA PARTE DI QUEL MITO…È COSÌ?

Ha detto bene, noi facciamo parte del mito, della leggenda, e questo piace molto alle scolaresche che vanno in visita guidata in Piazza Castello e verificano che esistono strade intitolate a me e a DIOMEDE. Le leggende, i miti, sono affascinanti per i ragazzi e anche per gli adulti. Soprattutto se sono inserite anche nella toponomastica.

DIVINO CALCANTE, LO SA CHE NELLE SERE D’ESTATE VI SONO GRUPPI DI CITTADINI SANSEVERESI CHE VISITANO PIAZZA CASTELLO PER CONOSCERE LA SUA LEGGENDA E QUELLA DI DIOMEDE? PENSI CHE VI SONO ATTORI DI STRADA CHE RIEVOCANO LE SUE GESTA…

Una bella notizia, io lo avevo previsto: avevo previsto che il rilancio del vostro territorio sarebbe avvenuto con la riscoperta della storia locale, dei miti, delle leggende, per trasmettere ai giovani il senso di appartenenza alla propria comunità. Per avere “cura”, “decoro” e “memoria” dei luoghi. Questa è la mia profezia che prima o poi si avvererà…<< presago il cor mel dice… >>.

Altri articoli

Back to top button