In evidenzaPrima paginaSport

Calcio: Il San Severo nel caos Bisceglie si dimette pure Marino

Con una nota scarna ma precisa anche lo storico presidente del San Severo Calcio, Dino Marino lascia e rassegna le dimissioni. Nessuna dichiarazione ufficiale ma dagli ambienti qualche suo pensiero viene fuori : “delusione e liberazione. Da una parte la delusione ricevuta perché sono stato preso a bersaglio da un cumulo di individui che non amano ne’ lo sport e tantomeno i colori giallogranata. Essere contestati dopo che ho assunto responsabilità dirette e personali, dopo aver pagato l’iscrizione sette volte di più per colpa della nota vertenza Eagles, dopo aver impedito che si consumasse una truffa ai danni di questa società, perpetrata da un personaggio di Roma che ha tentato di raggirare persino l’Amministrazione Comunale che lo aveva segnalato: un certo Nuccilli che voleva rilevare la società. Invece di ringraziare i soci per tutto ciò , siamo stati fatti oggetto di aggressioni verbali e contestazioni da chi dice di amare il San Severo, nei confronti di incolpevoli calciatori che sono stati costretti ad abbandonare la squadra per proteggere la propria incolumità personale.Tutto ciò è semplicemente assurdo. Del resto, pare che dica Marino, di questi non mi importa nulla e non é per loro che lascio. Quelli erano, sono e saranno insignificanti per quello che mi riguarda e per le mie azioni . Il guaio é che non si può combattere contro i mulini a vento. La prima società di calcio che ha una storia di 100 anni viene messa alla pari di società che non hanno i requisiti morali per utilizzare strutture pubblich e allora più che una delusione la mia é una liberazione. Lascio, anche, per dimostrare che non ci sono mai stati interessi o contropartite e che tutto ciò che si é fatto, (e parlo anche a nome degli altri soci, con i quali abbiamo condiviso questa esperienza) nella massima condivisione delle azioni che abbiamo fatto con l’amore e la passione per questi colori, che resteranno sempre nel mio cuore e non solo. Adesso, però, é giusto che altri si cimentino con questa gestione.A queste persone voglio ribadire ulteriormente che stiamo pagandouna rottamazione presso l’Agenzia delle Entrate, che riguarda la gestione pregressa che coinvolge i soci che come me si sono dimessi. Gli eventuali nuovi soci saranno manlevati dal condividere tali carichi pendenti. I nuovi soci saranno messi nelle condizioni di sicurezza, attraverso una perizia certificata da uno o più commercialisti . Non avranno alcun debito ma una società pulita , iscritta al campionato di Eccellenza che sta disputando e che domenica scorsa, nonostante le difficoltà, ha vinto il derby con il Vieste, che ha permesso ai giallogranata, la squadra della città, di fare i primi tre punti. Il tempo di questa gestione é terminata. Per molti di noi é una liberazione. Non ci sono più stimoli. Gestire il calcio cittadino, portarlo sui campi di Serie D e di Eccellenza é stato possibile grazie all’amore e alla passione di persone come me e Paolo Dell’Erba. Ora a noi è scemato l’entusiasmo. Le persone come noi che amano questo sport non si divertono più. E’ giusto farsi da parte e chiamare la città e chi si é proposto per una nuova gestione, ad accomodarsi. É il turno di chi vuole magari portare meglio di noi la guida della società : accomodatevi, ricominciate alla grande! In bocca al lupo. Auguro ogni bene a chi vuole prendersi questo testimone. Il mio compito e quello di altri soci é terminato. Il San Severo che ha rischiato di interrompere la sua corsa verso i 100 anni da festeggiare nel 2022 é in piedi ed é pronto a ripartire . Auguri ai nuovi soci , chiunque essi siano, da parte di tutti i vecchi soci per ogni bene per loro e per il San Severo !

fonte dilettantifoggia

Altri articoli

Back to top button