Prima paginaSport

Calcio: SAN SEVERO-FOGGIA 4-6 – La cronaca dal match

Che i gol fossero garantiti era fuor di dubbio. Ma che il San Severo avrebbe dato filo da torcere al Foggia non era affatto scontato. Finisce 6-4 per i rossoneri del Maestro Zeman l’amichevole giocata al “Ricciardelli” questo pomeriggio, davanti a una buona cornice di pubblico. Una bella partita, giocata in tre tempi da trenta minuti ciascuno, dove le due squadre in campo si sono fronteggiate su ritmi elevati per una buona ora di gioco. Pressing, capovolgimenti di fronte, giro palla, azioni ben manovrate con ottimi spunti individuali tra gli ingredienti dell’allenamento congiunto. Alla fine, come ovvio che fosse, emerge la differenza di categoria tra le due squadre con i dauni capaci di rifilare un poker nei primi trenta minuti di gioco. Mister Francesco Bonetti, che ha fatto giocare tutti gli effettivi a sua disposizione suddividendoli equamente tra i primi e i secondi 45 minuti, può sorridere in vista della trasferta di domenica a Vieste. I suoi esprimono in solito buon calcio, partendo sempre dal basso, con Paolillo che giganteggia al punto da impressionare lo stesso “diesse” del Foggia, Peppino Pavone. Zeman, dal canto suo, non ha impiegato Nicoletti, Markic, Sciacca, Rocca, Di Grazia, Merola e Vigolo oltre che Volpe e Ferrante, comunque presenti al “Ricciardelli”. Evidente che vuole recuperarli in pieno in vista della trasferta di Catania.
I primi trenta minuti sono sostanzialmente di marca zemaniana con Equestre che, nonostante i quattro gol incassati, si rende protagonista di interventi decisivi in più di una circostanza. La sblocca Martino penetrando da destra e insaccando in diagonale uno spiovente proveniente dal lato opposto. Raddoppia Curcio infilando di piatto sul secondo palo un cross da destra di Martino. Triplica ancora Martino che finalizza dopo aver scambiato sullo stretto in area con Rizzo Pinna. Poker di Merkaj che sfrutta un assist da sinistra di Curcio. Il 5-0 arriva nel secondo dei tre tempi con Girasole che insacca di testa un corner proveniente da destra. I giallogranata, che pure si erano affacciati con capitan De Vivo e Garcia dalle parti dell’ex Dalmasso prima e di Alastra poi, riescono finalmente a violare la porta rossonera con Lamatrice, caparbio nel finalizzare dopo aver scambiato con Nicodemo dalla parte destra dell’area foggiana. Nel terzo tempo l’attenzione del Foggia cala ed emerge la voglia di mettersi in mostra dei sanseveresi. Dapprima è una sfortunata deviazione di Minucci in scivolata nella propria porta a regalare il momentaneo 6-1 ai dauni. Poi Torraco dalla distanza a fil di palo, Garcia infila sotto la traversa in piena area di rigore, Nicodemo penetra da destra e sigla il terzo gol per i padroni di casa che portano infine a quattro le proprie marcature con Fantasia, under della juniores, che buca la difesa degli ospiti penetrando dalla parte sinistra dell’area di rigore.
A fine gara Zdenek Zeman si è dichiarato ben impressionato dal San Severo per il modo di giocare e per alcune individualità interessanti come De Vivo, Paolillo e Diop. Una attestazione di stima che sicuramente inorgoglisce la società di Dino Marino e Gennaro Di Domenico, mister Bonetti e tutto il suo staff che stanno sicuramente svolgendo un ottimo lavoro con una squadra giovane e di prospettiva. I programmi societari sono a lungo termine. I risultati di questa stagione sono stati, finora, lusinghieri. La sfida di oggi con il Foggia dimostra che la strada intrapresa è quella giusta.
Foto e interviste su
RUBINO20x20_postpubblicitario-02

Altri articoli

Back to top button