ComunicatiPrima pagina

Caos antenne 5G: replica del Consigliere Di Scioscio all’Assessore Carrabba

E’ doveroso da parte mia, anche in nome delle diverse centinaia di cittadini di cui godo massima fiducia e che mi onoro di rappresentare in Consiglio Comunale attraverso il loro voto, fare delle precisazioni in merito a quanto dichiarato dall’assessore Carrabba che ha preferito attaccare la mia persona, piuttosto che fornire adeguate risposte ai miei quesiti.

Volendo comunque sorvolare su questa grave caduta di stile, non nuova da parte della maggioranza nei confronti dei consiglieri di opposizione, generata certamente dall’incapacità di possedere un contraddittorio civile e paritario che solo chi ama la politica, intese come esclusiva tutela del bene comune e nell’ interesse della collettività, può praticare serenamente puntualizzo che:

  1. Sin dalla data del 22 aprile veniva formulata richiesta scritta, anticipata nel corso del Consiglio Comunale, in merito all’installazione di dissuasori di velocità e strisce pedonali sulle strade della città e, ad oggi, ancora non perviene alcun tipo di risposta, pertanto quest’amministrazione manifesta ancora una volta totale noncuranza anche verso elementari e semplici istanze;
  2. Nella mia richiesta di accesso agli atti era richiesto espressamente se fossero pervenuti presso il Comune di San Severo richieste di installazione di ripetitori telefonici 4G e 5G, da parte di aziende ad hoc;
  3. Tale richiesta è stata avanzata a mezzo PEC nella qualità di amministratore della città e necessitava di una risposta con la medesima forma entro tre giorni secondo quanto disposto dall’art.12 dello Statuto Comunale;
  4. Tuttavia questa risposta non è mai pervenuta alla mia casella di posta elettronica certificata;
  5. Perveniva unicamente una mail informale, evasiva e non rispondente a quanto richiesto;
  6. Sono trascorsi ben nove giorni dalla mia formale richiesta, però l’assessore Carrabba, ha preferito fornire la sua “versione dei fatti” stizzita ed arrogante, senza utilizzare i canali istituzionali, bensì urlando sui social inutili offese verso il sottoscritto che, potrebbero far presa solo su chi è tenuto all’oscuro di quello che accade a Palazzo Celestini ed è abituato nel quotidiano ad offendere il prossimo pur di non affrontare vicende scomode;
  1. Pertanto ripeto la mia semplice e “civile” domanda: “Sono pervenuti presso il Comune di San Severo richieste di installazione di ripetitori telefonici 4G e 5G, da parte di enti pubblici o privati? “

Lascio ai nostri cittadini invece quest’altra domanda: “Perché l’assessore non ha risposto come avrebbe dovuto e ha preferito aggredire pubblicamente con FB e senza contraddittorio?”

Dispiace inoltre constatare la strumentalizzazione fatta per un evento criminoso che lo ha colpito e verso il quale tutta l’opposizione, me compreso, non ha lesinato parole di solidarietà e condanna verso gli artefici.

Tuttavia un’altra domanda nasce spontanea: ” Che c’azzecca?” (per utilizzare la famosa frase di un ex magistrato). Se il timore di un nuovo attentato può bloccare il sereno svolgimento del compito a cui è stato chiamato, ben potranno essere rassegnate le dimissioni, viceversa, questo spiacevole evento, non può essere utilizzato per non adempiere adeguatamente ai propri doveri istituzionali.

Il popolo di San Severo merita rappresentanti che “ci mettono la faccia ed il cuore” cose che io mi pregio di fare ogni giorno per amore del mio paese, del suo glorioso passato, ed in favore dei nostri figli che vivono qui e meritano innanzitutto la tutela della propria salute.

Caro assessore, La invito a dire come realmente stanno le cose. Le garantisco che non saranno due farsette di basso livello a scoraggiare il mio impegno verso un tema così spinoso e delicato quale la tutela dell’ambiente. Se la mia dedizione incondizionata risulterà scomoda Le consiglio di lasciare ad altri il compito di fronteggiarla perché il degrado nel quale San Severo è scivolata non è più tollerabile. Bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare serenamente. Questi sono gli incarichi che abbiamo assunto nei confronti dei nostri elettori e questo dobbiamo fare. Per le offese, l’aria fritta e le chiacchere da bar io non ho tempo. Adesso è il momento di programmare e praticare con reale dedizione il bene di San Severo.

San Severo, 21.07.2021.

Consigliere Comunale della città di san Severo – LEGA – ROSARIO Dl SCIOSCIO

RUBINO20x20_postpubblicitario-02

Altri articoli

Back to top button