ComunicatiPrima pagina

Caos scuola: si offrano servizi di supporto alle famiglie per i disagi.

Come volevasi dimostrare…. caos  fu.

Le preoccupazioni dimostrate fin da novembre 2021, quando fui costretta a denunciare il Sindaco  per avermi gravemente offeso solo perché avevo osato mettere in discussione l’andamento dei lavori della scuola San Giovanni Bosco, erano quindi tutte fondate. 

Ebbene,  nei mesi scorsi, a causa dei preventivati ritardi,  l’opposizione chiedeva risposte per la collocazione dei bambini senza ricevere adeguate rassicurazioni. 

Veniamo a conoscenza quindi del salvataggio in extremis della Diocesi che ha concesso i locali dei salesiani e che ha cercato di mettere una pezza a colore alla totale disattenzione dell’Ente rispetto ai bambini famiglie e corpo docente. 

Le classi elementari della San Giovanni Bosco verranno divise in tre-quattro plessi differenti. 

Dunque a conti fatti non serve uno scienziato per capire  la portata enorme dei disagi che dovranno affrontare le famiglie con più figli, le quali saranno costrette ad avere il dono dell’ubiquità  per portare e prendere allo stesso orario  i bambini in luoghi differenti. 

Senza contare che alcune classi elementari addirittura dovranno coesistere con alunni molto molto più grandi di età e che il personale docente dovrà necessariamente attendere all’uscita che tutti i bambini siano stati presi. 

Insomma il caos è arrivato. 

Per tale ragione il Sindaco e gli Assessori si attivino per avviare e potenziare i servizi di supporto alle famiglie richiedenti: pulmini e personale che aiutino le famiglie a portare e prendere i bambini. 

Questo è il minimo che si possa fare dopo il disastro ed il disinteresse mostrato fino ad ora per le famiglie e bambini. 

Il Consigliere Comunale FI 

Rosa Caposiena 

Altri articoli

Back to top button