CronacaIn evidenza

Casamassima: Rubano auto nuova e carrozzina per bimba disabile – L’appello della piccola Rosa e del papà sanseverese

LA PICCOLA ROSA SENZA LA SUA IRRINUNCIABILE CARROZZINA

È una bimba dalla garbatezza infinita la piccola ROSA.
Una ragazzina dolcissima che, con le mani che quasi si congiungono come se volessero pregare, chiede timidamente un piccolo aiuto.

Ma come si fa? Non si risparmiano nulla ormai…
Chi commette un furto, si sa…non guarda in faccia a nessuno…proprio no! A nessuno!
Nemmeno se su un autovettura compare un tagliando per diversamente abili.

Ed è successo che a CASAMASSIMA, lo scorso giovedì sera, un papà di origini sanseveresi, il Sig. Nicola CASCIONE, mentre era dentro l’AUCHAN insieme alla sua famiglia di Rutigliano, al ritorno non ha trovato più l’auto, da lui stesso parcheggiata al posto dedicato ai portatori di handicap.
Purtroppo all’interno vi era la carrozzina della figlia affetta da disabilità.

ROSA é nata al quinto mese di gravidanza e pesava appena 500 grammi.
Ha avuto una sofferenza perinatale con paralisi celebrale tetraplegica. La bimba è affetta da un raro tumore all’intestino, per cui è stata operata tre volte, il “morbo di Hirschsprung”.
A marzo ha subito un intervento al Gaslini di Genova, per rizotomia selettiva.

La vita di ROSA non è per niente facile!

Il papà Nicola, sul Quotidiano Italiano di Bari, racconta che all’uscita dall’AUCHAN avevano in braccio la figlia, ma una volta arrivati al parcheggio, si sono accorti che l’auto era stata rubata.
Purtroppo la concessionaria non li aveva avvisati che l’assicurazione contro il furto era scaduta, per cui la famiglia ora si ritrova con i pagamenti da effettuare fino al 2023, per una macchina che non c’è più!

“Per fortuna a casa abbiamo una vecchia carrozzina, ma non è adatta alla gravità della malattia di nostra figlia. Al mondo ci sono persone che se ne fregano dei problemi degli altri. Adesso siamo costretti a stare senza auto fino a quando non finiamo di pagare quella che ci hanno rubato”, sottolinea con profonda amarezza il papà della piccola ROSA.

Certo questo articolo contiene una richiesta di aiuto, accompagnata da un profondo sconcerto.
Però…
Natale si avvicina e chissà se un briciolo di Umanità possa pervadere il cuore dei fautori del misfatto.

È vero, i sogni raramente accadono, ma una carrozzina rubata, con un aiuto congiunto può essere rimpiazzata.
Invece un latrocinio rimane, a meno che qualcuno possa in tempo rinsavire…

C’è una bimba senza la sua INDISPENSABILE carrozzina… sarebbe bello disegnare delle ali di Speranza, per farla camminare e non farle perdere quel piccolo sorriso in quei suoi occhi, che meritano di non essere ingannati.

Il papà fa un appello: “Mi affido al buon cuore dei miei cittadini, affinchè ci aiutino in qualunque maniera per garantire la continuità delle cure alla nostra piccola Rosa. Ci hanno tolto l’indispensabile per poterci recare nei centri dove Rosa si sottopone alle cure. Aiutateci! Chiunque volesse può contattarci via mail all’indirizzo cascionenicola61@gmail.com oppure al telefono 324 888 1763. Grazie di cuore a tutti i sanseveresi!.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button