Prima pagina

CASINÒ ONLINE: COME GIOCARE IN MODO SICURO

Per giocare online in tutta sicurezza basta seguire dei semplici consigli racchiusi in questa  GUIDA.

Prima di iscriversi:

CONTROLLARE  IL  PROTOCOLLO DI  CONNESSIONE

Per garantire la protezione dei nostri dati le piattaforme di gioco d’azzardo online devono utilizzare il protocollo  HTTPS  e non il “semplice”  HTTP.  Con quest’ultimo i pacchetti dati vengono inviati “in chiaro”, con lo HTTPS la connessione viene crittografata e i cyber criminali non possono spiare la nostra attività online e i dati che inviamo, inclusi quelli di pagamento. Per riconoscere una connessione criptata da una “in chiaro” basterà guardare la barra degli indirizzi e verificare che alla sinistra della URL ci sia un lucchetto verde chiuso.

QUALI  POSSONO  ESSERE  I PROBLEMI  PIÙ  COMUNI  LEGATI ALLA  RISCOSSIONE  DELLE VINCITE  IN  UN  CASINÒ  ONLINE?

BOOKMAKER  NON  AUTORIZZATO

Assicurarsi innanzitutto che il casinò scelto per giocare sia  autorizzato dall’AAMS,  che rispetti alcune regole ed abbia dei precisi obblighi verso ogni giocatore.

Tutti i portali autorizzati recano nella propria homepage, e spesso in tutte le pagine principali, il  LOGO dell’Agenzia che ne certifica la validità. In ogni caso si possono sempre segnalare i portali che adottino politiche poco trasparenti o truffaldine, visitando il sito dell’ADM (https://www.adm.gov.it/portale/lagenzia/monopoli-comunica/contrasto-illegalita).

IL  CONTO  NON  È  STATO ANCORA  CONVALIDATO

Per legge gli operatori di gioco online richiedono la fotocopia di un  DOCUMENTO  D’IDENTITÀ.  Tale richiesta può essere evasa nell’arco di 30 giorni entro i quali viene abilitata la possibilità di giocare.

Finché l’account non è verificato, i prelievi sono inibiti, per cui in caso

di vincita avvenuta durante questo lasso di tempo, non si potrà ricevere il denaro spettante che resterà però sul proprio conto.

In caso di problemi con il prelievo delle proprie vincite, ricordarsi sempre di verificare l’attivazione del conto gioco; se si è trascurato questo passaggio, basterà procedere con l’invio della scansione fronte-retro di un documento di identità per poter riscuotere quanto dovuto.

Inoltre, solitamente, la  CONVALIDA  del  CONTO  richiede una prima ricarica con un importo minimo, a cui può aggiungersi il bonus di benvenuto. RICHIESTA  DI  ULTERIORI  DOCUMENTI

Può capitare che gli operatori possano richiedere ulteriori documenti, come una foto della tessera del  CODICE FISCALE,  per attestare l’identità del giocatore prima di pagare.

Verificare che tale richiesta non sia finita nella cartella spam della propria posta elettronica.

METODO  DI  PAGAMENTO SBAGLIATO

Il regolamento di molti operatori di gioco online prevede che i metodi di prelievo a disposizione possono essere scelti a condizione che siano stati utilizzati almeno una volta per depositare.

Ciò significa che un giocatore che ha versato con Paypal, potrebbe non essere autorizzato a richiedere l’incasso su carta PostePay. In ogni caso dovrebbe essere sempre garantita la possibilità di scegliere il bonifico bancario.

VINCITE REALIZZATE CON “GAME BONUS”

Spesso i bonus offerti dai casinò online elencati su casinomondo.it hanno determinati requisiti.

Se i bonus sono “reali”, le vincite possono sempre essere incassate subito, se invece sono in forma di “Game Bonus”, è più probabile che alle vincite siano applicate delle condizioni.

Supponiamo di giocare con un bonus da 20€ con requisito di scommessa di 30 volte: anche in caso di vincita, finchè non verrà raggiunto un volume di gioco complessivo di 600€ (20€ * 30 volte), la vincita sarà considerata ancora come bonus e quindi non potrà essere prelevata.

Si può risolvere raggiungendo i requisiti previsti per convertire il bonus in denaro reale.

Di norma gli importi ricevuti attraverso bonus di benvenuto o altre promozioni proposte dai casinò online non possono essere riscossi, ma solo utilizzati per giocare, sperando quindi di conquistare premi reali.

Analizza il tuo saldo: parte dell’attivo riportato potrebbe essere rappresentato da un bonus non incassabile.

Un discorso simile vale per le somme depositate: non è possibile prelevare quanto ricaricato sul conto, se non quando si decide di chiudere il conto gioco.

Praticamente tutti i soldi che si ricevono in forma di bonus non sono prelevabili, ma solo scommettibili e ciò vale anche per le quote che depositiamo sul conto.

ABUSO  DELLE  CONDIZIONI  SUI BONUS

Anche nel caso di bonus reali, è possibile che vengano applicate delle restrizioni. Se il regolamento specifica che il bonus non può essere utilizzato per scommesse singole superiori ai 2€ ed invece il giocatore lo utilizza per scommesse da 5€, è probabile che, in caso di vincita, il casinò ne impedisca all’utente il prelievo, facendo valere le condizioni del regolamento.

COMPORTAMENTO SCORRETTO DA PARTE DEL GIOCATORE

Nel caso in cui gli operatori rilevino  un abuso, o un tentativo di abuso da parte del giocatore, è molto probabile che vengano negati tutti i prelievi, anche in previsione futura.

Ad esempio quando uno stesso utente apre più conti di gioco con l’unico fine di ottenere più volte i bonus di benvenuto.

STRUMENTI  PRINCIPALI  DI RISCOSSIONE

In genere, i casinò non applicano commissioni per il ritiro delle somme vinte. Tuttavia, prima di iniziare a giocare è opportuno consultare la sezione del sito relativa a  “TERMINI  E CONDIZIONI”.

Si consiglia di verificare sempre i limiti minimi e massimi previsti dai vari sistemi di pagamento, mantenendo basso il numero dei prelievi settimanali.

VERIFICHE  SULLE  VINCITE

Nel rispetto delle normative antiriciclaggio il limite di prelievo giornaliero è di 15 euro, il massimo è di 3.000 euro, mentre il tetto massimo settimanale non supera i 21.000 euro.

Solitamente i tempi previsti per l’evasione della richiesta vanno dalle 24 alle 72 ore ed invece quelli di ricezione del pagamento dipendono dal proprio circuito di pagamento.

In alcuni casi è possibile che il gestore online decida di congelare il versamento per effettuare VERIFICHE  sulla vincita, sul metodo di pagamento scelto, oppure sull’identità del giocatore.

Discorso simile vale pure per i DEPOSITI  realizzati dall’utente: se si sceglie di ricaricare sul proprio conto di gioco un certo importo, non si può decidere di ritirarlo a stretto giro, tranne nel caso in cui si abbia l’intenzione di chiudere il conto e cancellare la registrazione.

Prima di accusare il gestore di condotta scorretta, dunque, meglio controllare il proprio saldo e assicurarsi che l’attivo presente non dipenda solo da bonus rimasti inutilizzati.

Altri articoli

Back to top button