ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Casinò online: cosa fare quando non si riesce a riscuotere una vincita?

Sei riuscito a conquistare un ricco premio in un casinò online, ma non riesci in nessun modo a ritirare la tua vincita?

Senza dubbio una sorpresa molto poco piacevole, ma, prima di disperare, prova a leggere questa piccola guida e a seguire i nostri consigli.

Temi di essere incappato in una truffa? Prima di pensare al peggio, esistono una serie di verifiche che puoi attuare velocemente, semplicemente accedendo con le tue credenziali al portale di gambling al quale sei iscritto.

Il primo problema nel quale potresti essere incappato è anche quello di più facile soluzione: in alcuni casi, è possibile che il gestore online decida di congelare il versamento per effettuare verifiche sulla vincita, sul metodo di pagamento scelto oppure sull’identità del giocatore. In questi casi, in genere è sufficiente attendere dalle 24 alle 72 ore per vedersi accreditato quanto dovuto (attenzione: le tempistiche dipendono, eventualmente, anche da quelle del proprio istituto bancario).

Una delle cause più comuni delle difficoltà con la riscossione dei premi è rappresentata dalla mancata convalida del conto gioco.

Come saprai, per giocare all’interno dei casinò online non è sufficiente registrare un account, ma è richiesta anche l’apertura di un conto gioco virtuale, uno strumento gratuito che consente di monitorare tutti i movimenti effettuati dagli utenti in ottica antiriciclaggio.

Molti casinò online permettono di accedere sin da subito ai giochi con premi in denaro, con la clausola della verifica del conto gioco entro 30 giorni dalla registrazione, pena la cancellazione dell’account. Tale passaggio serve per verificare la reale identità del giocatore, sia al fine di impedire l’iscrizione di soggetti minori, sia con l’obiettivo di evitare che una stessa persona possa giocare con più account su uno stesso sito.

Di norma, la riscossione dei premi non è permessa se prima non si è provveduto alla convalida del conto gioco. Fortunatamente, per completare questa operazione è sufficiente inviare una scansione fronte-retro di un proprio documento di identità e attendere il riscontro da parte del gestore.

Il terzo motivo per il quale potresti non riuscire a ritirare le somme presenti sul tuo saldo è legato alle regole relative a depositi e bonus.

La maggior parte dei casinò online offre agli utenti bonus di benvenuto ed altre promozioni che consentono di ottenere credito gratuito per giocare sulla piattaforma. Come specificato nella descrizione di tali bonus, solitamente le somme accreditate in questo modo non possono essere riscosse, ma solo giocate all’interno del casinò (sperando di conquistare premi reali).

Un discorso molto simile vale per i depositi realizzati dall’utente: se scegli di ricaricare sul tuo conto gioco un certo importo, non puoi decidere di ritirarlo a stretto giro, tranne nel caso in cui tu abbia intenzione di chiudere il conto e cancellare la tua registrazione.

Prima di accusare il gestore di condotta scorretta, dunque, controlla il tuo saldo e assicurati che l’attivo presente non dipenda solo da bonus rimasti inutilizzati.

Come funziona normalmente la riscossione di un premio vinto in un casinò online?

Come abbiamo già visto, le fasi preliminari riguardano la scelta di un portale dedicato al gambling virtuale, la creazione di un’utenza e l’apertura di un conto gioco.

Di norma, la convalida del conto richiede anche una prima ricarica con un importo minimo (ad esempio 15 euro). Nel nostro caso, scegliamo di caricare 100 euro sul nostro conto. A questi si aggiungono 20 euro di bonus di benvenuto, più altri 10 euro di bonus da spendere con i giochi al tavolo.

Decidiamo di sfidare la sorte con una roulette virtuale francese come quella presente a questo link: puntiamo 10 euro sul nero, ma perdiamo; per tentare di rifarci, puntiamo nuovamente sul nero, ma portando la posta a 20 euro (il doppio); ancora un volta siamo sfortunati, ma giochiamo di nuovo con una posta doppia, 40 euro, e finalmente vinciamo. Portiamo a casa in tutto 80 euro (le scommesse rosso/nero pagano 1:1 nella roulette francese), abbastanza per recuperare quanto perso e guadagnare 40 euro netti.

Procediamo quindi con la riscossione della nostra vincita. Attenzione però: sul nostro conto saranno presenti ben 170 euro, ma quelli disponibili per il ritiro saranno solo i 40 effettivamente vinti giocando.

E se nonostante tutti gli accorgimenti visti in precedenza, il casinò virtuale continuasse a non pagare? Purtroppo, dovrai prendere in considerazione l’eventualità di esserti imbattuto in un portale non autorizzato, che opera al di fuori della legalità.

Per operare in Italia, i gestori devono ottenere un’apposita concessione rilasciata dall’ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ex-AAMS). Tale certificazione, garantisce il rispetto di tutta una serie di requisiti, che spaziano dall’equità dei giochi alla chiarezza dei regolamenti, dalla sicurezza della piattaforma alla trasparenza nei meccanismi di riscossione di bonus e premi.

Nonostante il costante lavoro di vigilanza portato avanti da ADM e Forze dell’Ordine, purtroppo incappare in un portale poco sicuro o non autorizzato che, tuttavia, si spaccia per tale, non è certo impossibile. Per questo motivo, occorre sempre fare molta attenzione nella scelta del sito sul quale giocare e investire qualche minuto nella verifica delle sue autorizzazioni (basta visitare il portale dell’ADM).

Recuperare le somme vinte in questi casi può rivelarsi molto difficile, quando non impossibile. Tuttavia, puoi scegliere di segnalare il sito in questione alle autorità competenti visitando questo link, che provvederanno alle dovute verifiche.

Altri articoli

Back to top button