ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

CASO GEMA: NELLA PRIMAVERA 2017 CONOSCEREMO LA VERA VERITA’

di DESIO CRISTALLI
Nel corso di una seduta estiva del Consiglio Comunale — con 17 voti favorevoli e un’astensione (quindi non all’unanimità ma a maggioranza) — il nostro massimo consesso municipale ha prorogato di OTTO MESI la durata della COMMISSIONE SPECIALE DI INCHIESTA E TEMPORANEA per la QUESTIONE GEMA (la…defunta ESATTORIA COMUNALE con la quale il nostro Comune ha perso una barcata di milioni di euro!). Avevamo anticipato che dopo i SEI MESI di vita concessi alla Commissione non avremmo avuto risposte alle tante domande che si è fatta e si fa tuttora la Cittadinanza su uno dei casi più spinosi della storia di San Severo, un po’ perchè il tempo era effettivamente limitato per approfondire una ‘storiaccia’ così intricata, un po’ perchè non abbiamo mai creduto molto alla politica che deve giudicare la politica (basti vedere a livello parlamentare nazionale quante volte la politica si è assolta o ha insabbiato senza dare risposte convincenti al padrone costituzionale del nostro Paese: IL POPOLO). In questo caso la proroga ci può anche stare (pur se doveva decorrere da subito ed invece decorre da settembre…causa ferie!) ma ad APRILE 2017 non ci saranno più scuse e bisognerà dar conto alla Città di quanto è accaduto negli anni in cui la GEMA gestì l’Esattoria Comunale e perchè si volatilizzarono tutti quei MILIONI DI EURO che avrebbero consentito alle ultime Amministrazioni Comunali di ABBASSARE LE TASSE AI SANSEVERESI…invece di costringerli a coprire anche quell’enorme salasso finanziario che ha disastrato (con altre…’disgrazie’, tipo le oceaniche evasioni e certi inesistenti controlli di vario genere!) le nostre casse comunali. Due appunti che emergono dalla delibera consiliare sulla proroga della COMMISSIONE GEMA: 1) giusto un rimborso – purchè moderato… – per gli esperti consultati dalla Presidenza della Commissione per chiedere lumi su certi risvolti della triste vicenda giudiziariamente in itinere; 2) fuori posto la motivazione della richiesta di proroga della Commissione per la “scarsa collaborazione degli uffici comunali nei lavori”. È la solita solfa della politica per giustificare proprie lacune e inadempienze! Chi conosce alla perfezione i meccanismi ‘celestiniani’ — come chi scrive — sa che molti dipendenti comunali hanno dato, in tante occasioni, versioni molto diverse dalla politica…e fermiamoci qui!

Altri articoli

Back to top button