Eventi

Castriotta (Uila-Uil): “A Bari contro caporalato, lavoro nero e per il rinnovo dei Contratti provinciali di lavoro”

Il segretario generale della Uila-Uil territoriale di Foggia illustra i motivi della mobilitazione nazionale prevista per il prossimo 25 giugno

“A Bari per chiedere al Governo di approvare il Ddl caporalato”. Così Antonio Castriotta, segretario generale Uila territoriale di Foggia, illustra i temi dominanti della mobilitazione nazionale che Uila-Uil, Fai-Cisl e Flai-Cgil hanno indetto per il prossimo 25 giugno.

“Il nuovo protocollo per l’accoglienza dei migranti e contro il lavoro nero nei campi siglato qualche giorno fa, rappresenta una svolta importante sia sul versante dell’accoglienza che in materia di sfruttamento del lavoro nel comparto agricolo. Ma si tratta di un percorso che rischia di restare incompleto se il governo non si decide ad approvare il Ddl caporalato con le modifiche proposte dai sindacati. Il percorso parlamentare è stato completato ma manca una fase di raccordo per redigere un testo organico.

A Bari anche per sollecitare le Organizzazioni datoriali a riprendere il confronto per il rinnovo dei Contratti provinciali di Lavoro.

La scelta di Bari, in Puglia, per una mobilitazione nazionale ha un forte valore simbolico: sia per l’importanza del nostro comparto agroalimentare, sia per la delicatezza dei problemi legati al lavoro nero e al caporalato. Perciò è importante dare un segnale di autorevolezza e di compattezza al governo. L’impegno per la legalità, per la difesa dei diritti dei lavoratori, per la lotta al lavoro nero, deve tornare ad essere una priorità nell’agenda del Governo nazionale e regionale.

Gli iscritti UILA del nostro territorio parteciperanno numerosi alla manifestazione; ad oggi sono già stati predisposti 10 pullman per il trasporto dei manifestanti a Bari.”, conclude Castriotta.

Altri articoli

Back to top button