Comunicati

CCNL servizi ambientali: ottimizzato su fronte ‘Tutele Sociali’. Firmata l’intesa tra Ugl Igiene Ambientale e Fise Assoambiente

Bucci (Ugl Igiene Ambientale): “ Punto di forza è ‘Concedo per le donne vittime di violenza di genere’”. Taranto (Ugl Foggia): “Regione Puglia armonizzi questo processo di crescita sociale con obiettivi del ‘Piano operativo prevenzione e contrasto violenza di genere’”

Mercoledì 29 marzo, l’Ugl Igiene Ambientale ha siglato un’importante intesa relativa al rinnovo del Ccnl Servizi Ambientali privato. Roberto Favoccia, Segretario nazionale dell’Ugl Igiene Ambientale e Maria Rosaria Sellitti, Vice Segretario nazionale, dopo l’accordo realizzato presso la Fise Assoambiente a Roma, esprimono soddisfazione per “l’importante capitolo dell’intesa legato alle Tutele Sociali come la modifica dell’articolo 58 su ‘Parità di trattamento tra uomini e donne, Prevenzione e repressione di comportamenti discriminatori, di molestie e di violenza sui luoghi di lavoro’”.

“I datori di lavoro – spiegano i sindacalisti – hanno il dovere di adoperarsi affinché nei luoghi di lavoro siano prevenute e contrastate forme di molestia, vessazione e di violenza, facendo riferimento a quanto stabilità dalla Risoluzione del Parlamento Europeo”. Favoccia ha inoltre puntato l’attenzione sull’aumento dell’orario di lavoro da 36 a 38 ore, evidenziando che, “si è reso necessario l’adeguamento anche in materia di lavoro multi periodale e orario flessibile”. In merito al Fondo Previambiente, il sindacalista ritiene invece che, “sarebbe necessario ottimizzare l’informazione sui benefici che comporta la previdenza complementare, soprattutto mirata ai nuovi assunti”.

“Come già evidenziato da Sellitti in tutte le fasi del percorso che hanno portato alla definizione dell’intesa con Assoambiente – prosegue il Segretario territoriale dell’Ugl Igiene Anbientale di Foggia, Giulio Bucci – un autentico punto di forza è rappresentato dall’introduzione ex novo dell’art. 59 relativo al ‘Congedo per le donne vittime di violenza di genere’, in relazione all’art 24 del D.lgs 15/06/2015 n. 80’. Continua ad essere alta l’attenzione rivolta dalla nostra organizzazione territoriale sul tema della violenza di genere fuori e dentro i luoghi di lavoro, che insieme all’Ugl tutta ha mostrato continuità di interesse e sensibilità attraverso numerose iniziative realizzate su tutto il territorio nazionale”.

“Su questi temi – aggiunge nelle conclusioni il Segretario generale dell’Ugl provinciale di Foggia, Gabriele Taranto – desideriamo sensibilizzare l’organo politico-istituzionale della Regione Puglia, perché armonizzi questo processo di crescita sociale rafforzato dalle nuove norme contrattuali con gli obiettivi e gli impegni presi dalla Giunta e dall’assessorato al Welfare sulla base dell’istruttoria espletata dalla Sezione Promozione della Salute e del Benessere, attraverso l’adozione del ‘Piano operativo prevenzione e contrasto violenza di genere’, come da deliberazione pubblicata sul Bollettino Ufficiale regionale, il 3 gennaio scorso. La finalità del Piano operativo si pone infatti come principale obiettivo, quello di rendere omogeneo sul territorio regionale un percorso di interventi capace di concretizzare la finalità della legge, circa il consolidamento dei servizi di prevenzione e contrasto alla violenza di genere. Uno strumento ed una piattaforma programmatica tesa all’azione articolata proprio su quattro linee di alta importanza strategica, e che apprendiamo essere attualmente in piena fase di realizzazione. Ci si riferisce in particolare: al Sistema regionale di monitoraggio e valutazione, alla Realizzazione programmi antiviolenza, alla programmazione sociale territoriale, ed agli interventi per la prevenzione e il contrasto del maltrattamento e violenza in danno dei minori, per la cui attuazione la Regione impegnerà  risorse finanziare per un valore di 1.434.248 e di 568.889 euro. E’ importante e necessario – conclude il sindacalista – stanziare risorse adeguate per favorire lo sviluppo di una mentalità capace di valorizzare il ruolo della donna e delle diversità nel senso più ampio del termine come nella vita, così nella società, attraverso percorsi di formazione e sensibilizzazione nei luoghi di lavoro, sviluppando il concetto di rispetto assoluto dovuto ad ogni persona”.

Segreteria generale provinciale Ugl Foggia

Foggia, 31 marzo 2017

Altri articoli

Back to top button