ComunicatiIn evidenza

CENTRO STORICO, MIGLIO: “SUL TAVOLO FINANZIAMENTI PER DUE MILIONI DI EURO”.

di Dante Scarlato

L’AMMINISTRAZIONE RISPONDE AI CITTADINI – CENTRO STORICO, MIGLIO: “SUL TAVOLO FINANZIAMENTI PER DUE MILIONI DI EURO”.

Col settimo ed ultimo appuntamento a Palazzo d’Araprí, di giovedì 4 febbraio, si è fatta sintesi sulle proposte di rilancio e valorizzazione del Centro Storico, ponendoci dalla prospettiva privilegiata dell’Amministrazione comunale, che ha chiarito quali siano al momento le priorità e i nodi da sciogliere: con gli ospiti dell’ultimo incontro, l’Avv. Francesco Miglio – Sindaco di San Severo, l’Arch. Fabio Mucilli (Dirigente tecnico del Comune) e il prof. Paolo Colarossi ( Urbanista, in qualità di consulente dell’Amministrazione) si sono analizzate le proposte avanzate dalla cittadinanza durante tutti gli incontri, cercando di chiarirne la portata e la fattibilità.

L’Amministrazione è impegnata su più fronti nella rigenerazione urbana, partendo da quanto ci ha lasciato il progetto “Mosaico di San Severo” che – ricorda l’Arch. Mucilli – ci ha fornito un modus operandi riproponibile, vista l’ampia partecipazione della cittadinanza e dei commercianti al tavolo dei lavori, ed è ora pronta per inserire già nel Piano Urbanistico Generale della Città le istanze di rigenerazione sostenibile che sono emerse; importante, sotto questo punto di vista, è la partnership che il Comune di San Severo intende sottoscrivere con ANCE Puglia (Associazione nazionale costruttori edili) che si è detta interessata a mettere le proprie risorse per la ristrutturazione di molte palazzine storiche fatiscenti del Centro, ricorrendo anche ai vari incentivi statali (si pensi al Bonus 110% sulle facciate) che escluderebbero del tutto i costi a carico del cittadino.

A ciò si aggiunga anche la candidatura della Città a vari progetti regionali e provinciali, come il CIS Capitanata per il rifacimento delle basole storiche (4 milioni di euro circa); è in cantiere anche un censimento sia degli immobili più instabili e bisognosi di restauro, che delle fosse granarie del centro, così da poter individuare subito le fragilità su cui agire nel breve termine.

Nonostante i ritardi accumulati nel tempo – afferma il prof. Colarossi – la nostra San Severo ha le carte in regola per diventare una Città “a 15 minuti”, in cui la sostenibilità si sposi con i bisogni del cittadino senza alterarne il patrimonio storico, si potrebbero individuare quattro pilastri di questo progetto: Immagine (marketing culturale), Accessibilità (infrastrutture e mobilità sostenibile che permettano di accede), Accoglienza (spazio pubblico e sicurezza) e Valorizzazione (dal punto di vista economico ed edilizio), quattro punti di partenza in cui è sì importante l’incoraggiamento dato dal pubblico, ma restano essenziali l’iniziativa e l’interesse del privato nel concorrere al rilancio.

Per il Sindaco, Francesco Miglio, è dunque arrivato il tempo per credere di nuovo nel Centro Storico, l’Amministrazione sta mettendo in campo sia risorse a bilancio, si parla di due milioni di euro già stanziati per il rifacimento delle basole, sia nuovi strumenti di semplificazione burocratica (come il nuovo regolamento dei DEHORS per gli spazi all’aperto di ristoranti e bar); con la presentazione della nuova “Cittadella della Polizia” (che sorgerà in Via Terranova), inoltre, si punterà sulla sicurezza per assicurare maggiori opportunità di sviluppo.

Ha annunciato, poi, che entro l’estate, per incentivare la frequentazione del centro, come previsto anche dall’Agenda Digitale locale, le principali piazze della città saranno rese “Wifi-free”, un motivo in più per rendere vivi questi luoghi d’interesse storico della città, una volta che si potrà ripartire senza le limitazioni dovute all’attuale emergenza sanitaria.

 

Altri articoli

Back to top button