Cronaca

Cerignola: ennesima centrale di autovetture rubate scoperta dai Carabinieri. Tre fermi

I Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto GIANNATEMPO Giovanni, classe ’91, PERRUCCI Gianluca, classe ’94, e SFORZA Lorenzo, classe ’86, tutti cerignolani, per ricettazione in concorso.

I tre soggetti sono stati colti in località Tramezzo mentre provvedevano ad occultare e smontare tre autovetture nuovissime, risultate rubate nel mese di agosto in Margherita di Savoia e nel chietino.

Sfruttando il riparo e la riservatezza offerta da un casolare abbandonato e situato in una campagna molto distante dal centro ofantino, i tre, dopo aver provveduto a trasportare in quella località le autovetture rubate ed averle nascoste tra le mura del caseggiato abbandonato, smontavano pezzo per pezzo le autovetture, mentre a turno uno di loro faceva da vedetta.

I Carabinieri, all’esito di un discreto servizio di osservazione, controllo e pedinamento, riuscivano a raggiungere il caseggiato ed intervenire in maniera efficace, bloccando i tre soggetti.

Il PERRUCCI tentava la fuga per le campagne a bordo di una delle tre autovetture rubate, aggredendo uno dei militari che era costretto a gettarsi fisicamente all’interno dell’abitacolo del mezzo in fuga attraverso il finestrino. Nonostante l’estremo tentativo di fuga, anche il PERRUCCI veniva bloccato.

I tre venivano sottoposti a fermo di indiziato di delitto per ricettazione in concorso ed associati presso la casa circondariale di Foggia, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

Le autovetture venivano recuperate e sequestrate in attesa della restituzione ai legittimi proprietari.

A seguito della convalida del fermo, i tre soggetti sono stati sottoposti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Altri articoli

Back to top button