ComunicatiPrima pagina

Chieuti: IN RICORDO DI COSTANTINA

Chieuti: Costantina Pecorelli, una ragazza speciale. Sempre sorridente, disponibile, educata, altruista,lavoratrice instancabile con un cuore grande. Faceva la barista.

Due anni fa, la tragedia.

La morte giunta inattesa rapendola all’affetto dei genitori, del fratello, dei parenti e degli amici. Una giovane vita spezzata da questo vento impetuoso che coglie tutti senza pietà.

Da allora un gran vuoto fra tutti coloro che hanno avuto la fortuna di apprezzarla ed amarla.

Proprio vero quello che si dice: “il Signore raccoglie i fiori più belli nel suo giardino”.

Il tempo purtroppo non allevia il dolore per una perdita come questa.

Ci sono comunque dei segni che in qualche modo fanno intravedere nell’oscurità un raggio di sole.

Giovedì 18 agosto, nel pomeriggio. Tutti gli amici di Costantina, (la classe 1982) hanno voluto con una semplice ma toccante iniziativa dire che lei è sempre presente e vicina a tutti quelli che l’hanno amata. Uno squarcio di luce con una cerimonia che ha scaldato i cuori di tutti i presenti.

Dopo la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Parroco don Antonio Di Domenico, insieme ai genitori e parenti tutti si sono recati presso il giardino comunale dove ad attenderli c’era il Sindaco Diego Iacono e il vice sindaco Michele Di Lucia. Tutti insieme hanno piantato un tronchetto della felicità con una targa con la scritta tratta da una canzone di Ligabue che lei tanto amava: “ho messo via un bel po’ di cose, ma non mi spiego mai il perché io non riesco a metter via te……..Sempre e per sempre con noi… Nina. In ricordo della cara Costantina Pecorelli. La classe 1982”.

Poi l’amica Dora ha voluto leggere per lei un bellissimoe toccante messaggio:”questo pomeriggio è iniziato chiedendo nel gruppo della classe 1982, una parola per te, cara Costantina…..ecco….sorriso, risate, libertà, abbraccio, forte e fragile, sincera, solare, anima pura e senza cattiveria, schietta. Poi ti abbiamo salutata, omaggiata con il tuo fiore preferito, il girasole….che simboleggia, la solarità, la vivacità e l’allegria, proprio com’eri tu. Da oggi non saremo più solo noi a pensarti quando passeremo “sotto al comune” dove abbiamo riso e scherzato insieme. Tutti quelli che passeranno di qua, vedranno questo tronchetto della felicità e sapranno che tu sei stata unica e speciale per noi, per sempre nei nostri cuori…..ti vogliamo bene Nina!”.

Proprio vero, da oggi quando tutti passeranno davanti al municipio, sentiranno  Costantina così vicina  con il suo sorriso che non morirà mai.

Il ricordo si è concluso con i ringraziamenti all’amministrazione comunale e al parroco don Antonio per la disponibilità.

Giovanni Licursi

Altri articoli

Back to top button