ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Clandestini a Lesina ? Barricate come a Goro e Gorino

Diversi cittadini di Lesina si sono rivolti a noi di Forza Nuova in quanto corre voce che è imminente l’arrivo di ben centotrenta clandestini che saranno smistati a Marina di Lesina, registi dell’operazione sempre secondo queste voci sarebbero la Prefettura ed una struttura religiosa che darebbe gli spazi , la comunità cittadina è preoccupatissima in quanto a Marina di Lesina i pochi residenti nel periodo invernale sono costretti a barricarsi in casa perché spesso vi è gente non italiana che gironzola in preda all’alcool e nei mesi estivi questa presunta nuova massiccia ed indesiderata presenza non gioverebbe al turismo , sembrerebbe che questa gente provenga dal CARA di Borgo Mezzanone,  quella stessa struttura dove i cosiddetti ospiti un giorno sì e l’altro si rendono protagonisti di violenze dentro e fuori la struttura, ove queste voci siano fondate ci chiediamo: centotrenta persone senza arte ne parte cosa farebbero a Marina di Lesina dalla mattina alla sera? In una comunità cittadina così piccola non si può integrare un numero così elevato di persone, considerando che per oltre il  95% le richieste di status di rifugiati non sono vere, lo dicono le statistiche sono semplicemente migranti economici che non avendo i requisiti per entrare in Italia, aggirano le leggi  inventando inesistenti persecuzioni nei loro paesi, la cosa peggiore è che dietro di loro ci sono organizzazioni che oltre a lucrarci su sono etero dirette da organizzazioni criminali. Il tempo dell’accoglienza business è finito da un pezzo, in ogni angolo d’Italia i cittadini si ribellano a queste scellerate scelte del governo centrale e dei suoi organi periferici, l’esempio di Goro e Gorino è la punta dell’iceberg di un malessere legittimo e diffuso. Noi di Forza Nuova raccogliamo l’invito dei cittadini di Lesina, ed affermiamo senza ombra di dubbio che saremo affianco a loro per sostenere la loro legittima protesta, perché le città, i paesi, i quartieri e le strade non sono dei burocrati che giocano al risiko dell’accoglienza, i territori sono della gente che ci vive e ci lavora, sono delle comunità che da generazioni hanno dato la loro vita per renderle tranquille e migliori, e già da un po’ di tempo sono aumentati i furti  nelle abitazioni, nei negozi e nelle fattorie della zona in una delle poche oasi  tranquille della nostra provincia guarda caso con l’aumentare di persone che vengono da lontano e che non riescono a trovare lavoro per il semplice motivo che non lo trovano neanche i nostri figli.

Forza Nuova Puglia

Altri articoli

Back to top button