Comunicati

COME OTTENERE PENSIONI DI VECCHIAIA E SOCIALE

PENSIONE SOCIALE E DI VECCHIAIA: REQUISITI A CONFRONTO ED ESEMPI PRATICI DI CALCOLO E AMMONTARE — Chi non ha mai versato contributi assicurativi, potrà percepire una pensione anche se il coniuge percepisce una pensione sociale? Si può fare domanda a 66 anni per ricevere la pensione di vecchiaia? A quanto ammonta l’eventuale importo? Questi sono i quesiti che molto spesso ci si chiede per avere una risposta plausibile. Rispondiamo a coloro i quali si pongono questo problema per chiarire tutta la situazione attuale.

La PENSIONE DI VECCHIAIA è un trattamento che prevede il versamento di determinati contributi assicurativi. Non è riconosciuta a chi non abbia versato almeno 20 anni di contributi. Il trattamento riconosciuto a chi non ha una posizione contributiva è invece la pensione sociale, che però viene versata solo in presenza di determinati requisiti: età anagrafica di 65 anni e sette mesi (66 anni e sette mesi nel 2018) e con soglie massime di reddito. Il trattamento di pensione è pari a 448,07 EURO per 13 mensilità, è viene riconosciuto per intero solo a chi non possiede alcun reddito familiare compreso quello del coniuge. E’ corrisposto, invece, in misura parziale a chi possiede redditi inferiori all’importo dell’assegno sociale (cioè a 448,07 EURO), fino a concorrenza della cifra prevista. Esempio: chi ha un reddito di 300 euro, percepirà 148,07 euro di assegno sociale (EURO 448,07 – EURO 300,00 = EURO 148,07). Quindi, questo sistema si applicherà solo quando si raggiungerà l’età necessaria e solo nel caso in cui la pensione del coniuge sia inferiore a 448,07 EURO.

MICHELE TESTA

micheletesta1948@libero.it

Altri articoli

Back to top button