Comunicati

Conclusa con successo la campagna abbonamenti al Teatro Verdi di San Severo

I biglietti per i singoli spettacoli saranno messi in vendita
a partire da 10 giorni
prima dell’evento
Si è conclusa con successo la campagna abbonamenti della Stagione di Prosa 2016/17 del Teatro Comunale Giuseppe Verdi, con circa 400 abbonamenti venduti, tra vecchi e nuovi abbonati, in una sola settimana. Tale risultato che, come per lo scorso anno, ha fatto registrare incassi soddisfacenti per il Comune, dimostra un grande apprezzamento del pubblico per il ricco e importante cartellone proposto e costituisce per l’Amministrazione Comunale la conferma della validità della programmazione predisposta per il Teatro Verdi, grazie alla sinergia dell’Assessorato alla Cultura con il Teatro Pubblico Pugliese.
A disposizione degli appassionati della prosa e di chi preferisce prendere parte ad un solo spettacolo sono stati lasciati fuori abbonamento 50 posti nei settori primo, secondo e terzo, i cui biglietti saranno in vendita a partire dai 10 giorni antecedenti il singolo evento.
“La prassi, presente in gran parte dei Teatri italiani, consolidata da più di un ventennio anche nel Teatro Verdi, di riconoscere la prelazione ai vecchi abbonati – spiega il Sindaco Francesco Miglio – è stata anche quest’anno rispettata perché costituisce sia un riconoscimento per coloro che hanno nel tempo sostenuto l’offerta del Verdi, sia perché essa si sostanzia in una garanzia di incasso per il Comune, consentendo all’Amministrazione di poter fare affidamento su un pubblico affezionato, soprattutto allorquando, come si è purtroppo verificato molte volte negli scorsi anni, l’offerta del Verdi non trovava riscontro nel gusto del pubblico. In questi due anni di Amministrazione Comunale abbiamo registrato rispetto al passato, grazie ad una maggiore attenzione nella scelta degli spettacoli, l’avvicinamento alla stagione di prosa di un pubblico sempre più numeroso, a conferma del bisogno dei cittadini di ricevere un’offerta culturale di alto livello, anche se, purtroppo, non si é potuto accontentare tutti”.
L’Amministrazione, considerato che al momento il Teatro Verdi può ospitare solo 500 spettatori circa, sta quindi vagliando per la prossima stagione alcune possibili soluzioni.
“Questa forte richiesta di partecipazione dei cittadini – continua l’assessore alla Cultura Celeste Iacovino – deve essere presa nella giusta considerazione, soprattutto perché la Cultura deve essere di tutti e per tutti, non un privilegio per piccole élites, né terreno di operazioni clientelari e proprio per questo i nostri amministratori che assistono agli spettacoli, fuori dai ruoli istituzionali, sono i primi che in questi anni hanno pagato i biglietti e gli abbonamenti per sé e per i propri familiari, così come per le stesse ragioni sono state eliminate tantissime gratuità”.
In questi giorni diverse proposte provenienti dai cittadini sono state portate all’attenzione dell’Amministrazione, come quella di raddoppiare la programmazione degli spettacoli o prevedere delle repliche, entrambe soluzioni che comporterebbero un grande impegno economico per il Comune sul settore cultura proprio in un momento in cui sono tantissime le emergenze a cui far fronte, come la sicurezza delle scuole e la manutenzione stradale.
Alcuni hanno addirittura richiesto di porre fine alla prassi della prevendita ma anche tale scelta va opportunamente vagliata anche perché vanificherebbe la fiducia dimostrata in tanti anni da questi attenti cittadini, oltre a sottrarre all’Amministrazione una garanzia di incassi indispensabile per programmare la stagione teatrale.
“È nostra intenzione – conclude l’assessore alla Cultura, Celeste Iacovino – portare all’attenzione del Consiglio Comunale una modifica dei regolamenti del teatro comunale, con riguardo non solo alla gestione, ma anche alla definitiva regolamentazione scritta delle gratuità, dell’accesso ai diversamente abili e della prevendita riservata agli abbonati. Sicuramente sarà anche questa l’occasione per ripercorrere vent’anni di gestione del teatro e verificare i risultati conseguiti nel tempo e ciò per garantire i cittadini e la stessa Amministrazione, anche perché tale attività di controllo e di verifica finale è stata già avviata per la passata stagione e per la stagione 2016/2017, con verifiche sulle vendite dei biglietti e sugli incassi del Teatro Verdi”.

San Severo, 1 novembre 2016
​ Il Portavoce

Altri articoli

Back to top button