ComunicatiIn evidenza

CONTINUA L’ENCOMIABILE CROCIATA ANTIUSURA NELLA TERRA DI CAPITANATA

<<L’usura si combatte anche attraverso un modo di comunicare fatto di messaggi diretti, schietti, senza fronzoli. Siamo molto fieri, perché, dopo l’uscita delle nostre campagne di sensibilizzazione antiusura, in tanti ci hanno detto di esserne stati colpiti. E cambiati! Dai social network alla città>>. Con queste parole efficaci e, appunto, senza fronzoli inutili iniziò nel 2016 una serrata e proficua crociata antiracket e antiusura della Fondazione “Buon Samaritano” di Capitanata, con sede a Foggia, un fondo di solidarietà a disposizione di quanti incappano nella rete degli usurai e, più in generale, delle estorsioni malefiche. Ricordiamo bene la campagna di sensibilizzazione attraverso manifesti nei centri più grandi della nostra Capitanata: Foggia, Manfredonia, SAN SEVERO, Cerignola, Lucera e Orta Nova. Alle implorazioni di aiuto e alle grida di dolore fisico e psicologico di chi cade nella morsa dei cosiddetti ‘cravattari’ la risposta della Fondazione ‘Buon Samaritano’ è costantemente forte e chiara, di speranza concreta. Con questa benemerita Fondazione che fino ad oggi ha salvato da una brutta fine centinaia di conterranei, ripetiamo a tutte le persone che si trovano in difficoltà: <<NON ARRENDETEVI, UNA SOLUZIONE C’È! CHIAMATE QUESTO NUMERO 0881.610211 OPPURE SCRIVETE ALL’INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA INFO@BUONSAMARITANO.COM>>. La continua e proficua campagna di sensibilizzazione a questi temi per tanta gente di vitale importanza è realizzata dalla Fondazione Antiusura Buon Samaritano di Foggia, dall’Arcidiocesi di Foggia e Bovino e dalla Caritas Diocesana di quel territorio, in collaborazione con la Banca Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo. E’ un messaggio che naturalmente va esteso a chi soffre di ludopatia e a quanti contraggono debiti al punto di doversi rivolgere agli usurai. Tutti possono trovare un aiuto concreto ed i migliori consigli e consulenze legali per superare i momenti più critici della propria vita e di quella delle proprie famiglie.

Altri articoli

Back to top button