CronacaIn evidenza

Coronavirus: Quarantena per chi proviene dal nord: Emiliano firma ordinanza

CORONAVIRUS UN ESODO GIGANTESCO DAL NORD

In queste ore si sta registrando una vera e propria fuga dal Nord, forse come mai vista prima.

Lo confermano le scene che si sono registrate in alcune stazioni, dove i treni sono stati presi, quasi d’assalto, per rientrare al Sud.

È accaduto che, a causa del Coronavirus, il Governo abbia deciso di chiudere la Lombardia e 14 province, considerate zone rosse.
Per chi rientra dal Nord è imposta la “Quarantena Obbligatoria” di 14 giorni.
A firmare tale Ordinanza è stato, nottetempo, il Governatore della Regione Puglia, Michele EMILIANO.

Un provvedimento per arginare il rischio del contagio, ormai temuto, rivolto a chi arriva dal Nord in queste ore, in particolare dalla Lombardia e dalle 14 province di: Emilia Romagna; Piemonte; Veneto e Marche, oggetto di un Decreto Legge del Governo varato proprio questa notte.

Un’Ordinanza urgente e necessaria, dato che diversi treni sono stati presi d’assalto al Nord da centinaia di persone, tra cui alcune addirittura disposte sia a pagare la multa che viaggiare stipati pur di rientrare al Sud.

Emiliano dichiara su Facebook di “Non avere il potere di bloccare queste persone”, ma nel suo messaggio cerca di dissuaderle esortandole anche a tornare indietro, evitando così ulteriori rischi di contagio!

“State portando nei polmoni dei vostri fratelli e sorelle, dei vostri nonni, zii, cugini, genitori il virus che ha piegato il sistema sanitario del nord Italia. Avreste potuto proteggervi come prescritto, rimanendo in casa e adottando tutte le precauzioni che ormai avrete imparato…Se volete evitare queste conseguenze, se siete in Lombardia o nelle altre province indicate, non tornate adesso in Puglia e se siete già in viaggio ritornate indietro”, dichiara EMILIANO, sollecitando alla Ragionevolezza.

Dall’Ordinanza:
“Tutti gli individui che hanno fatto ingresso in Puglia, con decorrenza dalla data del 7/03/2020, provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria, hanno l’obbligo:

– di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale, ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;
– di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni;
– di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;
– di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;
– in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione”

La Redazione

Altri articoli

Back to top button