Comunicati

(CorSera) – Ultrà e ‘ndrangheta: lo juventino suicida incontrò qualcuno a Torino poche ore prima della morte

(CorSera) – Ultrà e ‘ndrangheta: lo juventino suicida incontrò qualcuno a Torino poche ore prima della morte

Bucci, indagato per ‘ndrangheta, fu interrogato il 6 luglio. Il giorno dopo partì da Fossano tornò in centro a Torino, vicino alla sede della Juve, poi imboccò l’autostrada da dove poi si lanciò da un viadotto. Gli inquirenti ritengono che sia stato minacciato

di Elisa Sola

È venuto a Torino, poche ore prima di uccidersi, Raffaello Bucci, l’ultrà dei Drughi diventato collaboratore della Juventus che lo scorso sette luglio si è buttato da un viadotto lungo il raccordo della Torino-Savona all’altezza di Fossano. E forse a Torino, in una zona centrale dove si trova anche la sede della Juve, il 41enne di San Severo ha incontrato qualcuno, che potrebbe averlo minacciato o avere contribuito a fargli prendere la decisione finale. Quella di farla finita. (CorSera, 26 agosto 2016)

———————

Per leggere l’articolo completo clicca qui: http://www.corriere.it/sport/16_agosto_26/ultra-ndrangheta-juventino-suicida-incontro-qualcuno-torino-poche-ore-prima-morte-747cb3f8-6ba5-11e6-8bdd-2a860cc068c8.shtml

Altri articoli

Back to top button