Comunicati

COTASS: “SUL COMPOSTAGGIO CHIESTO UN CONSIGLIO COMUNALE MONOTEMATICO”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO — A seguito della riunione del 26 settembre scorso, il COTASS (Comitato di Tutela Ambientale San Severo) preso atto della perdurante inadempienza dell’Amministrazione Comunale nell’attuazione delle richieste dei cittadini e delle associazioni relativamente all’impianto di compostaggio EX SAFAB, rimarca la propria disapprovazione sul mancato coinvolgimento della popolazione e sul prosieguo dell’azione in spregio della volontà dei cittadini e, tenuto conto dei potenziali pericoli per l’ambiente e per la salute umana, invita l’opinione pubblica a considerare che l’amministrazione continuando nel silenzio a favorire l’impianto privato NON RAPPRESENTA LA VOLONTÀ DEI PROPRI CITTADINI E QUINDI NON RAPPRESENTA I CITTADINI. A dimostrazione di quanto sopra sta il fatto che la civica amministrazione ha omesso di dare corso agli impegni assunti nella seduta consiliare monotematica del 28 luglio 2017, in occasione della quale visto il totale dissenso alla realizzazione dell’impianto, si era impegnata a costituire un tavolo di discussione tra amministrazione e associazioni, con l’obiettivo di approdare ad una visione condivisa e definitiva della questione esaminando i profili tecnici che non hanno trovato risposta e i danni che sarebbero potuti derivare all’ambiente ed alla salute umana in seguito alla realizzazione dell’impianto di cui trattasi. Dopo tutto il tempo trascorso il COTASS non può che prendere atto delle gravi defezioni deliberative, perpetrate non solo con il mancato coinvolgimento – come da impegno assunto – delle associazioni ambientaliste, ma anche trascurando di sottoporre la questione al massimo consesso cittadino, cioè il CONSIGLIO COMUNALE, privando i rappresentanti del popolo di esprimere la propria posizione in merito alla realizzazione dell’impianto ed alle preoccupazioni mosse dalle stesse associazioni ambientaliste. Da tutto quanto esposto, il COTASS sollecita ancora una volta questa amministrazione a dare risposte concrete adottando atti, ed invita i Consiglieri Comunali a promuovere la CONVOCAZIONE URGENTE DI UNA NUOVA SEDUTA MONOTEMATICA APERTA DEL CONSIGLIO COMUNALE o comunque azioni affinché la Cittadinanza sia messa a conoscenza dei rischi che possono derivare dalla ignavia del Governo Cittadino e definire una volta per tutte la sorte dell’impianto prima che maturino danni erariali e responsabilità penali a carico di Consiglieri, Assessori, legali Rappresentanti di enti, Funzionari, Dirigenti e Consulenti. Il COTASS si riserva comunque se del caso di adire le vie legali per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini contro chiunque abbia agito o agisca in dispregio della volontà dei cittadini e dell’associazione nonostante la disapprovazione manifestata all’unanimità alla realizzazione dell’impianto, e, la preoccupazione per i pericoli potenziali derivanti dalla realizzazione dell’impianto di compostaggio per il quale si è più volte richiesta l’applicazione del principio della precauzione.
COTASS-COMITATO TUTELA
AMBIENTALE SAN SEVERO

Altri articoli

Back to top button