ComunicatiPrima pagina

Cusmai (Lega): Discriminazioni e poca trasparenza nel bando per stabilizzazione ASL Foggia

Il 5 novembre 2021 è stato pubblicato dall’Asl Foggia un avviso interno di ricognizione per la verifica del personale precario in possesso dei requisiti per la stabilizzazione del rapporto di lavoro, secondo ciò che ha decretato la Legge Madia. 

Nei requisiti specifici di ammissione alla lettera d) si precisa che l’interessato non deve essere titolare di contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche in aspettativa) alla data di pubblicazione del presente avviso.

In data 15 aprile 2020 sempre la ASL Foggia pubblicò lo stesso avviso di ricognizione rivolto ad una platea più ampia di interessati precisando che erano escluse solamente le domande di chi, pur titolare di contratto a tempo determinato presso l’ASL Foggia di pari profilo professionale a quello di appartenenza o di profilo superiore, è titolare di contratto a tempo indeterminato presso l’ASL Foggia o altra amministrazione del SSR o altre PP. AA. 

Il requisito richiesto in questo nuovo Avviso  non viene espresso in nessuna altra ASL di  Puglia. Questo pone discriminazione del personale interessato alla stabilizzazione solamente fra coloro che sono nell’Asl di Foggia quindi crea dei lavoratori di serie A e altri di serie B a seconda dell’ASL di competenza. Questo requisito non è presente in nessuna legge. 

Chiediamo al Direttore Generale, dott. Vito Piazzolla, di revocare o modificare in parte il bando garantendo a tutti i lavoratori interessati pari diritti per non cadere in pregiudizi e discriminazioni che alimenterebbero un clima di tensione e poca trasparenza. 

Vigileremo e interesseremo gli organi competenti affinché si verifichi la regolarità di una procedura che appare poco chiara, iniziando dall’interessamento del nostro Consigliere regionale Joseph Splendido che sin da subito proporrà un’interrogazione all’Assessore regionale Lopalco.

Daniele Cusmai, Segretario Provinciale Lega Foggia

Altri articoli

Back to top button