ComunicatiPrima pagina

DE LILLA: CONSULTA PER L’AGRICOLTURA IPOTESI DI LAVORO E PROPOSTE

Come sa essere ‘abrasiva’ la politica; ti mette al cospetto di problemi intricati e ti sfida a trovare nuove soluzioni, a cercare alleati possibili per il desiderio di dare risposte concrete al comparto agricolo locale ricco di storia, di lavoro e di speranze.

Può succedere anche di restare deluso. Segnato per l’indifferenza dei soliti parolai travestiti da cacicchi. Imprenditori di se stessi senza mestieri e occupazioni stabili, che solo nella ‘politica’ trovano sostentamento e piccole glorie. E vivono di puntigli e fumosità assortite senza mai risolvere un problema.
Sono sempre infastidito dall’inadeguato basso costo dei nostri prodotti agricoli, olio e vino di alta qualità, che a stento remunerano imprenditori e contadini delle spese per produrli e che mandano la nostra economia in balia di profittatori e speculatori di ogni sorta.
E sorge il desiderio irrefrenabile, nonostante tutto, di trovare consensi ed alleati per superare interessi e particolarità, e piccoli conflitti sul nulla. Bisogna tentare di trovare un’idea per far decollare la nostra agricoltura, sentire l’orgoglio di appartenere ad una terra e promuoverne il lavoro e le eccellenze. E mi chiedo e vi chiedo, se non si opera per questa alta finalità che senso ha la politica?

Dopo tanti confronti e approfondimenti, superando diatribe e ostacoli speciosi, pare giunto il momento di portare all’attenzione del sindaco, assessore all’agricoltura e all’intera amministrazione della comunità locale, la CONSULTA per l’AGRICOLTURA del COMUNE di SAN SEVERO quale strumento per dare una visibilità istituzionale alle problematiche del settore, dare voce ai protagonisti e cercare tutti insieme soluzioni idonee almeno a ridurre i condizionamenti più odiosi imposti dal mercato.
La Consulta permetterà dunque un costante confronto e scambio di informazioni tra soggetti aventi scopi di tutela del territorio e di miglioramento e qualificazione dell’attività agricola nella città di San Severo con un ruolo attivo e propositivo della intera Amministrazione Comunale. Tra le principali finalità e obbiettivi della consulta vi sono:
• valorizzare i prodotti tipici dell’agricoltura potenziando la commercializzazione, anche grazie alla pianificazione di campagne di comunicazione ed eventi di rilevanza nazionale legati ai comparti del vino, dell’olio, del pane e pasta;
• incentivare il turismo agricolo, così come le attività commerciali poste in essere dagli agricoltori stessi (vedi mercati dei prodotti a chilometro zero);
• favorire la promozione, l’informazione, la tutela e l’educazione ambientale per qualificare il territorio e i prodotti che in quel contesto trovano la giusta visibilità.

Il passo successivo sarà di sicuro la creazione di una CONSULTA tra i Comuni del circondario con simili peculiarità e vocazioni agro-alimentari, rappresentata da tutti i Sindaci. Pare infatti necessario far convergere impegni e risorse per creare un “DISTRETTO del CIBO” che comprenda l’intero ALTO TAVOLIERE, superando una visione frammentaria fatta da piccole realtà consortili. In tale quadro va pensato, ad esempio, anche il “DISTRETTO dello SPUMANTE”.

Consigliere comunale del PD, Prof. Michele de Lilla

Altri articoli

Back to top button