ComunicatiIn evidenza

DE VIVO: “La gentilezza rappresenta uno strumento rivoluzionario”

Se dovete scegliere tra essere giusti o essere gentili  siate gentili  (cit. ).

“Tante persone vivono nell‘ombra e sperano in uno squarcio di luce “ e questo potrebbe essere una delle  attività che gli assessori della gentilezza hanno a cuore poiché la loro attività si disgiunge dall’attività amministrativa vera e propria.

Essi  provengono  da schieramenti politici diversi  e hanno come scopo primario il rafforzare il senso di Comunità dei cittadini.

Nel 2014 è nata l’associazione “Cor et Amor“ presieduta da Luca Nardi con l‘obbiettivo di promuovere la conoscenza, la pratica e lo sviluppo del gioco con approccio e finalità etiche per favorire il progresso e il benessere umano. Successivamente ha dato vita alla rete nazionale degli assessori alla gentilezza  che vede coinvolti sempre piu comuni.

La gentilezza rappresenta uno strumento rivoluzionario perché arriva a chiunque senza tante parole ma con un semplice sorriso o un piccolo gesto. Spero che diventi un modus vivendi e che combatta  arroganza, indifferenza e pregiudizio e che diffonda buone pratiche iniziando dai bambini che saranno gli adulti del domani, che avranno alto il senso del civismo, lasciando l’inciviltà, la violenza e la maleducazione sotto un “foglio di fico“ …poiché noi non dobbiamo celare nulla alla bell’e meglio, non fingiamo di fare una cosa facendo un ‘altra….Siamo operativi e mettiamo in atto solo buone prassi.

Bambini che capiscano che la città è la casa di tutti e che come non sporcano in casa loro non lo devono fare al di fuori delle proprie mura domestiche.

Gentilezza non come debolezza ma forza, come risposta costruttiva alla polemica, al vittimismo e al disfattismo con lo scopo di trovare stimoli creativi e fecondativi nello spirito della massima condivisione.

Quindi non buonismo ma approccio positivo alla comunità. I cambiamenti hanno i loro tempi e avvengono lentamente e devono coinvolgere i bambini che assorbono Come spugne gli esempi degli adulti , che si abitueranno a raccogliere le deiezione dei propri cani , che rispetteranno gli arredi urbani , che non  useranno nelle loro interlocuzioni  espressioni scurrili.

Stiamo vivendo un periodo “ straordinario “e molte attività sono rallentate  in tutti i contesti.

Le piante  rigogliose erano  semi e sono  diventate  tali con la pazienza ,la perseveranza, e l ‘abilità Di chi le ha cresciute.

Retorica…no..piccole cose dalla donazione al reparto di pediatria di corredini ai bambini abbandonati,  all’inaugurazione di  una  panchina  viola assieme ai fratelli  senegalesi come  segno di accoglienza e condivisione  e come segno dell’ importanza dell ‘ascolto ,il  trasformare l ‘idea di una nostra concittadina in pratica e  dare vita ad un servizio fornito da un  pool di esperti volontari pronti a  supportare le varie esigenze pratiche e psicologiche vissute  durante il lockdown , e cosi via….

Il  tutto per  aumentare il senso di comunità e per vedere tutti  insieme “ lo squarcio  di luce “.

Aspirazione e finalità della mia dell ‘attività  . Utopia? no speranza che tutto si possa realizzare  con l‘aiuto di tutti voi ….te compreso.

dottoressa   Arcangela de Vivo

Ambasciatrice alla Gentilezza  Città di San Severo

Altri articoli

Back to top button