ComunicatiIn evidenza

DISSESTO IDROGEOLOGICO, PIEMONTESE: 1,8 MILIONI DI EURO PER DUE PONTI A MARINA DI LESINA (FG)

Un nuovo finanziamento regionale da 1 milione e 800 mila euro servirà a ripristinare due ponti e quindi i collegamenti interni a Marina di Lesina, località turistica del Comune omonimo, interessata da fenomeni carsici e da gravi fenomeni di dissesto idrogeologico con importanti sprofondamenti.

“Sono giorni in cui torna tragicamente di attualità la responsabilità dei governi a ogni livello per la difesa del suolo e contro il dissesto idrogeologico, oggi interveniamo aggiungendo ulteriori risorse nel quadro di un’imponente azione di risanamento che abbiamo concentrato su una località dell’Adriatico con circa 4 mila unità abitative, interessata da oltre 30 mila presenze e una cinquantina di attività commerciali nel periodo estivo”, spiega il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Infrastrutture, Raffaele Piemontese, illustrando la delibera di giunta regionale che ha approvato il trasferimento al Comune di Lesina di 1 milione e 800 mila euro per ripristinare il ponte di viale Pietra Maura e per demolire e ricostruire il ponte di viale del Sole, ultimo ponte carrabile tra Marina di Lesina e il Bosco Isola.

Gli interventi su questi due ponti non erano inclusi nel complesso quadro di interventi con cui la Regione Puglia è intervenuta per contrastare il dissesto idrogeologico a Marina di Lesina, che si sviluppa tra il Mar Adriatico e il lago di Lesina, alla sinistra idraulica del Canale Acquarotta, un canale artificiale, la cui realizzazione, risalente al 1927, ha la duplice funzione di garantire il continuo ricambio idrico della laguna di Lesina, risolvendo i problemi di pubblica sanità e di eutrofizzazione delle acque, e di aumentarne la pescosità.

Le rocce gassose, i fenomeni carsici che provocano la diffusa formazione di cavità sia superficiali che profondi, i crolli, gli scivolamenti e gli sprofondamenti che si sono moltiplicati a partire dai primi anni del 1990, hanno portato il Governo nazionale a dichiarare nel 2008 uno stato di emergenza che solo a maggio 2019 è sfociato nel grande cantiere regionale da complessivi 20 milioni di euro, somma dei 14 milioni e mezzo di euro per la messa in sicurezza del territorio di Lesina e di 6 milioni di euro in particolare per la “Sistemazione del canale Acquarotta”.

Sono in fase di ultimazione alcuni lavori che riguardano il consolidamento, in sicurezza, del costone lungo il fianco sinistro del canale Acquarotta per proteggere i fabbricati prospicienti.

La Sezione Opere Pubbliche e Infrastrutture della Regione Puglia, viste le continue violazioni al divieto di circolazione sul ponte comunale del viale Pietra Maura, per ragioni di pubblica e privata sicurezza e incolumità, aveva provveduto a demolirlo.

A dicembre dello scorso anno l’amministrazione comunale di Lesina ha evidenziato lo stato di degrado e di pericolo anche dell’altro ponte comunale di viale del Sole che, attualmente, dopo la demolizione del ponte di viale Pietra Maura, garantisce l’unico accesso carrabile, soprattutto per i mezzi di soccorso, tra il Bosco Isola e l’abitato di Marina di Lesina. E, nella stessa comunicazione, il Comune di Lesina ha anche accettato di farsi carico della realizzazione dei lavori dei due ponti di competenza comunale.

Da qui, la decisione della Regione Puglia di finanziare anche questi interventi.

Altri articoli

Back to top button