ComunicatiIn evidenza

Don Dino: “L’incrocio tristemente noto.“

“Gentile Presidente della provincia di Foggia dottor Gatta, la messa in sicurezza del tristemente famoso incrocio tra san Paolo e san Severo non é ancora assolutamente completata, sia perché siamo in attesa di vedere i passi concreti che la Provincia farà per realizzare la rotatoria che lei ha chiaramente promesso di realizzare nel suo comunicato stampa a riguardo e sia perché, come si vede in foto, bisogna fare delle valutazioni suppletive e urgenti rispetto alla situazione esistente.
La foto allegata mostra quello che l’automobilista vede venendo da Torremaggiore e affacciandosi su quel noto incrocio.
Noi del Comitato civico che ha preso a cuore quell’incrocio ci domandiamo se la recinzione costruita dall’azienda agricola che si affaccia in un angolo dell’incrocio sia stata fatta rispettando le regole del Codice della strada per garantire la visibilità adeguata e necessaria per poter vedere bene gli autoveicoli che provengono da San Paolo.
Ugualmente ci domandiamo se sia stato corretto piantare quegli alberi di palme in fila lungo la strada intorno alla suddetta recinzione e che limitano ulteriormente la visibilità dell’automobilista.
Insomma a nostro parere le distanze vanno verificate bene e lo stesso dicasi per le condizioni di visibilità. Gli automobilisti che vengono da Torremaggiore per vedere bene la strada devono affacciarsi e prospicere sull’incrocio e questo é molto pericoloso.
Attendiamo risposte concrete dottor Gatta per la salvaguardia e la tutela della sicurezza stradale dei cittadini. Buon lavoro a lei e ai suoi collaboratori.”

don Dino d’Aloia.
Portavoce del Comitato per la messa in sicurezza dell’incrocio San Paolo-San Severo.

Altri articoli

Back to top button