Prima paginaSport

Dopo la pausa natalizia torna il campionato di serie A

Con l’esonero di Vincenzo Montella dalla guida tecnica della Fiorentina, il campionato di serie A tocca quota 8, per quanto riguarda il numero di allenatori esonerati durante la stagione tutt’ora in corso. Un numero significativo di club ha quindi esonerato il tecnico con cui aveva iniziato la stagione, ma tuttavia nulla di paragonabile rispetto alle stagioni nere in termini di esoneri, specialmente se rapportato alle stagioni 2015-2016 e la peggiore di sempre, quella del 2011-2012, quando il numero finale fu di 18 esoneri. Tuttavia quando ancora bisogna disputare l’ultimo turno del girone d’andata, il numero di esoneri durante questa stagione si attesta tra quelli più alti di sempre, tenendo presente le giornate che restano ancora da disputare durante questo campionato di serie A.

La fine del girone d’andata del campionato di serie A

Il girone di andata si concluderà il prossimo 12 gennaio 2020, con gare in cartellone di un certo livello, come Cagliari-Milan, Lazio-Napoli, Inter-Sassuolo e Roma-Juventus, per limitarsi esclusivamente ai big match, ma che per completezza riportiamo per la 19esima giornata, bisogna inoltre citare anche classici come Torino-Bologna, Verona-Genoa, così come partite di un certo interesse, in termini di classifica come Parma-Lecce, Sampdoria-Brescia e Udinese-Sassuolo. Questo solo per concludere il girone d’andata verificando su 888 scommesse sportive le posizioni di forza delle varie squadre, visto che quello di ritorno parte subito forte grazie a gare come Juventus-Parma, Napoli-Fiorentina, Lazio-Sampdoria e naturalmente anche Lecce-Inter. Molte cose sono cambiate rispetto alla prima gara di campionato, visto che ad esempio le gerarchie in testa alla classifica, danno oggi maggior importanza a tutte le gare che vedono protagoniste squadre come Lazio, Roma, Cagliari e Parma, mentre Napoli e Fiorentina, che hanno entrambe cambiato tecnico, sono chiamate a riscattarsi, dopo una prima parte di stagione non certo ottimale, sotto il profilo dei risultati e della classifica parziale.

Lazio e Inter sono le conferme del campionato 2019-2020

Chi ha fatto molto bene invece sono la Lazio di Simone Inzaghi e soprattutto l’Inter di Antonio Conte, che nonostante qualche infortunio di troppo, finora ha saputo tener testa alla Juventus di Maurizio Sarri, che da parte sua può contare su una rosa più ampia e di livello più elevato. Sono mancate durante questa prima parte di stagione le performance del Napoli, che ci aveva abituati a ben altri risultati in campionato, ma anche Sampdoria, Torino e soprattutto Milan e Fiorentina, hanno deluso, sia per i risultati, sia per l’odierno piazzamento in classifica. Bisogna invece sottolineare il buon lavoro svolto dalla Roma di Paulo Fonseca, che a inizio stagione non era certo considerata come una delle squadre favorite per la vittoria dello scudetto, ma che ora si attesta come una possibile pretendente al titolo, così come la Lazio di Simone Inzaghi, che nel giro di un mese ha battuto due volte la Juventus campione d’Italia, prima in campionato e poi durante la finale di Supercoppa italiana. La Lazio al momento può contare su un reparto offensivo di assoluto valore, nonché sulla possibilità di concentrarsi totalmente sul campionato, a differenza di Inter e Juventus, che devono invece dividere le forze, tra coppe europee e serie A. Stesso discorso che riguarda anche l’Atalanta di Gasperini, la Roma di Fonseca e il Napoli di Gennaro Gattuso.

Altri articoli

Back to top button