EventiSport

Due sanseveresi alla XXV MARATONA INTERNAZIONALE DI ROMA

Il 7 aprile 2012 la città di San Severo porterà il ritmo  della regina delle gare “ la XXV MARATONA INTERNAZIONALE DI ROMA” attraverso due suoi atleti Antonio Sponsano e Guerino Pasquale.

I nostri concittadini Antonio Sponsano, artigiano-meccanico,  e Guerino Pasquale, professore di scienze motorie, sono stati selezionati per la prima volta per la nostra città nell’importante ruolo di PACER-MAKER. Infatti nella XXV MARATONAINTERNAZIONALE DI ROMA ci sarà un gruppo incredibile di pacemaker. Dalle 2 ore e 48 minuti alle 7 ore si percorreranno 42.195 chilometri seguendo i palloncini dei pacemaker senza altre distrazioni godendo la magnifica impresa. Dalle 3 alle 4 ore, sarà a disposizione un gruppo ogni 10 minuti, dalle 4 alle 5 ore un gruppo ogni 15 minuti, dalle 5 alle 7 ore un gruppo ogni trenta minuti. Esultiamo per i nostri angeli che onoreranno la nostra città di San Severo  il 7 aprile 2019 nella favolosa cornice di Roma alla XXV MARATONA INTERNAZIONALE.

ROMA – Il fascino del percorso riconosciuto dall’UNESCO – Dopo la partenza degli atleti disabili (ore 8.30), alle 8.35 scatterà la prima delle tre onde previste per i partecipanti alla maratona. Il tempo limite per chiudere la gara è di 7 ore. Il percorso, che gode del riconoscimento dell’Unesco, è scorrevole e affascinante, con centinaia di luoghi di interesse storico toccati lungo i 42 chilometri e 195 metri, soprattutto nell’ultimo tratto. Il Colosseo sarà grande protagonista, con la partenza della maratona da via dei Fori Imperiali, tra Largo Corrado Ricci e via di San Pietro in Carcere, e l’arrivo sempre nella via imperiale arrivando da via di San Gregorio. I runner correranno con l’Arco di Costantino a fare da splendida scenografia, per poi girare intorno al Colosseo e correre l’ultimo chilometro in via dei Fori Imperiali. Per la prima volta la gara sfilerà, per tre chilometri nella parte iniziale, sul rettilineo di via Cristoforo Colombo proseguendo poi su via Ostiense e sul Lungotevere. Al 18° chilometro si passerà in via della Conciliazione fino a sfiorare la Basilica di San Pietro per poi immergersi nel quartiere Prati e tornare sul Lungotevere, eliminando così il tratto dell’Acquacetosa-Moschea. Dal 34° chilometro e sino al traguardo la parte più emozionante del percorso, ovvero il centro storico della Città Eterna, quello che rende il tragitto della Maratona Internazionale di Roma unico al mondo. In sintesi è un percorso scorrevole, con molti tratti rettilinei e pochissimi saliscendi.

I NUMERI – Nel dettaglio, saranno 7080 gli italiani e 2920 gli stranieri provenienti da 88 nazioni differenti. Per ciò che concerne l’Italia, il Lazio è la regione più rappresentata con 2657 iscritti, dei quali 2283 da Roma e provincia, seguito dalla Lombardia con 652, Puglia con 480, Emilia Romagna con 448, Campania con 415, Veneto con 402, Toscana con 382, Piemonte con 304 e Abruzzo con 290. Le nazioni estere più rappresentate, invece, sono la Francia con 804 iscritti, la Gran Bretagna con 278, la Spagna con 262, la Germania con 198 e gli Stati Uniti con 161. Gli uomini iscritti sono 7966, le donne 2034. Alla Stracittadina di 5 chilometri, le cui iscrizioni saranno aperte fino a sabato 6 aprile al villaggio allestito al Ragusa Off di via Tuscolana, si attendono migliaia di persone, tra cittadini e turisti.

TIZIANA SPONSANO

ANTONIO SPONSANO

GUERINO PASQUALE

Altri articoli

Back to top button