ComunicatiPrima pagina

DURE, VELENOSE MA IMMOTIVATE POLEMICHE SUI FONDI SPESI DAL COMUNE PER IL NATALE

di MICHELE SALES

Nelle ultime settimane al centro del dibattito politico ma anche del chiacchiericcio nostrano, tiene banco la polemica sulle risorse economiche investite per il Natale da parte dell’Amministrazione Comunale. A noi però, come da abitudine, ci piace dire le cose come stanno senza alcuna distorsione prevenuta.I cittadini sanseveresi, negli anni passati hanno sempre lamentato una poco adeguata preparazione della città agli eventi natalizi. Quest’anno invece, malgrado il periodo di crisi legato alla pandemia, l’Amministrazione Comunale ha voluto lanciare un messaggio di gioia e di speranza, addobbando la città in lungo e in largo con “tipiche” luminarie Pugliesi, oggetto anche di una grande propaganda del Governatore MICHELE EMILIANO, intitolata “Merry Puglia”, che ha come intento la promozione del commercio e dell’artigianato locale. Oltre alle luminarie, si assiste in questi giorni ad una vera novità per la città, i video mapping, ossia grandi scenografie luminose proiettate sulle facciate di chiese e monumenti storici della città. Centinaia i sanseveresi e anche tanti visitatori giunti in questi giorni dai Comuni limitrofi, hanno assistito con il naso all’insù e con gli occhi lucidi di gioia e stupore, alle stupende video proiezioni. Va aggiunto però, come anticipato, che imperversa la polemica dei quasi 87.000 EURO spesi per gli eventi natalizi, sicuramente una cifra importante, ma che è servita a cambiare il volto della città anche se per il solo periodo delle festività.

L’Assessore alla Cultura CELESTE IACOVINO è stata il vero bersaglio delle critiche da parte di una sparuta minoranza di affiliati ad associazioni politiche, che avrebbero forse voluto, diciamo così, “consigliare” all’Amministrazione Comunale, cosa fare e soprattutto da chi farlo fare. Ma a quanto pare, sulla scorta delle dichiarazioni rilasciate alla nostra GAZZETTA dallo stesso Assessore, la decisione di investire una somma così considerevole per le luminarie, i video mapping e il resto delle attività natalizie, è stata CONDIVISA DALL’INTERA GIUNTA COMUNALE. Lo stesso programma è stato inoltre supportato da alcuni gruppi consiliari e su iniziativa dell’Assessore all’Ambiente con delega commercio e marketing territoriale FELICE CARRABBA, si è approvato l’ampliamento delle vie interessate dalle luminarie, allestendole così fino alle periferie, quindi non è sicuramente frutto di un’iniziativa personale dell’Assessore IACOVINO. “Si è pensato di destinare delle risorse del bilancio – spiega l’Assessora – per creare un’atmosfera di festa in molte più zone della città rispetto agli anni precedenti, come richiesto all’Assessore CARRABBA dagli stessi commercianti alcuni mesi fa. Atteso che in questa situazione di crisi dovuta alla pandemia – continua IACOVINO – da un lato si devono incentivare gli acquisti natalizi presso tutte le attività commerciali cittadine e dall’altro si deve cercare di alleviare questo triste momento che stiamo vivendo donando a tutti un’atmosfera di festa. Non capisco le critiche sulle luminarie, rispecchiano la tendenza del momento – precisa l’Assessore alla Cultura – che identifica nelle luminarie pugliesi il simbolo delle feste sacre come la stessa Regione Puglia ha inteso promuovendo infatti le luminarie pugliesi come immagine identitaria del Natale vissuto in Puglia. Sulle luminarie – conclude la IACOVINO – siamo orgogliosi di aver dato spazio a questo prodotto tipico locale, seguendo le indicazioni della Regione, tanto più che la realizzazione è stata fatta da imprese locali con forte ricaduta economica sul territorio”.

Nel contempo, chi in questi giorni ha alimentato le innumerevoli polemiche, forse per distrazione ha dimenticato di sottolineare il gran lavoro che la stessa Amministrazione Comunale sta facendo, attraverso l’impegno dell’Assessore ai Servizi Sociali SIMONA VENDITTI e di tutta la macchina organizzativa, in favore delle centinaia di famiglie bisognose, che in questo triste momento stanno affrontando difficoltà economiche e non solo. Grazie alle risorse messe a disposizione dal Governo, il Comune di San Severo è stato beneficiario di ben 639.000 EURO, risorse destinate alle famiglie bisognose, In tempi da record, l’Amministrazione Comunale ha aperto un primo bando scaduto qualche giorno fa, che ha portato all’erogazione di OLTRE 220.000 EURO A 890 NUCLEI FAMILIARI SANSEVERESI. Gli stessi si sono già visti accreditare le somme dovute sulla tessera sanitaria, somme da consumare presso i tanti esercizi commerciali convenzionati. E non è finita qui. Oggi 21 dicembre, il Comune di San Severo ha aperto un nuovo bando, per dare la possibilità a chi non è riuscito ad aderire al precedente, il tutto finalizzato al raggiungimento dell’intero importo residuo a disposizione. Altre misure in atto sono già state messe a disposizione, come il <<contributo affitto>> emergenza COVID. Ai cittadini, in questo periodo di estreme difficoltà, interessa ricevere un sostegno economico e perché no morale da parte degli amministratori locali e dunque a poco servono le polemiche strumentali e fini a se stesse, se il cittadino si sente diciamo pure “coccolato”.Sarebbe una buona cosa e utile all’intera comunità, se invece di continuare a fomentare odio e malcontento, si mettessero da parte le bandiere, i protagonismi e gli interessi personali al fine di rendere questo Santo Natale 2020 più fraterno e solidale possibile. Un motivo di riflessione per tutti!

Altri articoli

Back to top button