Prima paginaSport

Eccellenza Puglia – Spettacolo al “Ricciardelli”: San Severo-Città di Mola 3-3

Due punti persi. E’ la sintesi di San Severo-Città di Mola con i giallogranata di mister Francesco Bonetti che hanno di che rimpiangere e i biancazzurri che conquistano un punto insperato al termine della prima frazione di gioco. Stavola la rimonta la subiscono i sanseveresi, comunque protagonisti di un gran primo tempo con ottimo calcio sciorinato sul sintetico del “Ricciardelli”. Palla a terra, passaggi corti e campo occupato bene in ogni zona permettono al San Severo di esprimersi al meglio contro un avversario più quotato, sulla carta, ma orfano di Daniele, Falconieri e Rana e un certo Antongiulio Picci ancora costretto a guardare i suoi dagli spalti.

Dopo un quarto d’ora di studio reciproco, il San Severo passa al 14’ con Diop che scaglia un tiro a giro dalla destra e manda la palla a insaccarsi nell’angolino basso alla destra di Cucumazzo che nulla può. Ma che poteva far meglio sul rinvio precedente dato che la sua svirgolata regala ai padroni di casa il fallo laterale da cui nasce il gol del vantaggio. Al 17’ prova a replicare capitan De Vivo con un tiro a effetto, Garcia non ci arriva di un soffio e la palla colpisce l’esterno del palo alla destra del portiere avversario. Al 20’ ancora De Vivo pericoloso su punizione, Diagne ci mette la testa sulla linea di porta e sventa il raddoppio. Due minuti dopo primo pericolo creato dal Mola che sfrutta uno svarione di Visani ma la sfera viene messa in corner dai sanseveresi prima che varchi la linea di porta. Al 39° Lamatrice ha una buona occasione in area molese ma portiere e difensore ci mettono una pezza rifugiandosi in angolo. Allo scadere della prima frazione arriva il raddoppio dei giallogranata con una zampata in area piccola di Garcia, abile a sfruttare una palla sporca e a insaccare il momentaneo 2-0.

La ripresa vede il Mola scendere in campo con un piglio diverso dopo aver subito per tutti i primi 45 minuti di gioco. Già al secondo Carella esce sui piedi di Raia. Ma due minuti dopo gli ospiti riescono ad accorciare le distanze con Diagne che insacca di testa sfruttando un corner calciato da Fiorentino. Nella circostanza il San Severo risultava momentaneamente in dieci per l’infortunio al ginocchio occorso a Pissinis. Infortunio che si rivelerà decisivo nell’economia della gara. Al settimo si vede Bongermino che si produce in una rovesciata ma Carella blocca. Un minuto dopo Garcia serve De Vivo dalla linea di fondo, lato sinistro, ma il 10 sanseverese manda a lato. Al decimo Fiorentino manda a fil di palo un calcio di punizione da destra. Al 14’ risposta sanseverese da parte di Consolazio che manda di poco a lato un servizio di Garcia. Al 16’ il Mola pareggia ancora con Diagne che insacca di testa un cross da destra di Tedone. Al 25° il San Severo si riporta in vantaggio: Tedone stende in area Consolazio su cross di De Vivo. Lo stesso capitano si incarica della battuta e morbidamente la butta alle spalle del guardiapali ospite. Al 34’, infine, il Mola perviene al pareggio con Raia che sfrutta bene un corner di Fiorentino e di testa fissa il finale sul 3-3.

“Due punti persi ma per come si erano messe le cose potevamo perdere anche l’intera posta in palio – commenta a fine gara l’allenatore del San Severo, Francesco Bonetti – Ci consola comunque il fatto di aver dato prova di una grande prestazione nel primo tempo che abbiamo chiuso meritatamente in vantaggio contro un avversario ostico. Abbiamo perso Pissinis al centro della difesa per infortunio e abbiamo pagato dazio prendendo tre gol di cui due da calcio d’angolo. Non potevo rischiarlo con un ginocchio dolorante e una ammonizione rimediata. Nel secondo tempo abbiamo indubbiamente risentito della rimonta del Mola ma non ci siamo persi d’animo al punto di trovare il terzo gol. Ora testa alla gara di Coppa Italia di giovedì contro l’Atletico Vieste consapevoli che anche la partita di oggi, come quella di Barletta, deve accrescere il nostro bagaglio di esperienza e far proseguire nel nostro percorso di maturazione. Siamo una squadra giovane che gioca bene a calcio e lo fa a viso aperto e in modo propositivo. Ciò ovviamente può esporci a qualche rischio nella misura in cui non pratichiamo un gioco di mero contenimento dell’avversario né pensiamo a limitarci a distruggere le trame altrui”, conclude Bonetti.

Rammaricato Aldo Pissinis: “dispiace perché meritavamo di vincere. Purtroppo il mio infortunio mi ha costretto a uscire dal campo. Ovvio che avrei voluto dare il mio contributo alla squadra ma il campionato è ancora lungo e il mister ha fatto bene nel sostituirmi perché stavo male e non potevamo rischiare di peggiorare la situazione. Al di là di ciò dobbiamo ritenerci soddisfatti perché siamo capaci di proporre bel gioco e di far divertire il nostro pubblico. I risultati arriveranno e siamo determinati in vista dei prossimi due derby a Vieste in Coppa e San Marco in campionato”, conclude Pissinis.

 SAN SEVERO – Carella, Diop, Morra, Visani, Pissinis (53’ Consolazio), Paolillo, De Vivo (82’ De Cotiis), Nicodemo (65’ Feltre), Garcia, Lamatrice (88’ Cruz), Grasso. In panchina: Equestre, Minucci, Abissinia, Torraco, Bollesina. Allenatore: Francesco Bonetti

CITTA’ DI MOLA – Cucumazzo, Tedone, Cantalice, Diagne, Grazioso, Bonasia, Raia, Fiorentino, Dellino (83’ Santoro), Navarra, Bongermino. In panchina: Cipriani, Scarimbolo, Daddabbo, Santoro, Caterino, Perrino, Lavopa, Cava, Moretti

RETI – 14° Diop (Ss), 45° Garcia (Ss); 49° e 61° Diagne (Mo); 70° rig.De Vivo (Ss); 79° Raia (Mo)

Arbitro: Ruggiero Doronzo di Barletta. Angoli 7-4 per il Mola. Ammoniti: Diop, Pissinis e Lamatrice (Ss); Bonasia e Bongermino (Mo). Recupero 5 minuti nel secondo tempo.

Antonello Abbattista, addetto stampa San Severo Calcio

Altri articoli

Back to top button