ComunicatiIn evidenza

ELEZIONI REGIONALI: SI E’ RIPETUTO A SAN SEVERO UN FILM GIÀ VISTO TANTE VOLTE!

di DESIO CRISTALLI e MICHELE SALES

Leggendo i risultati delle elezioni regionali salta agli occhi un dato che da queste parti è…storia vecchia. Vogliamo dire che qui vengono sempre in tanti a ‘colonizzare’ il nostro elettorato, grazie ai servigi di alcuni,,,troppo ospitali opinion leader di casa, i cui candidati godono degli appoggi dei partiti, trascurando quasi del tutto i candidati sanseveresi che poi assistono all’elezione dei forestieri. Un buon risultato va considerato quello raggiunto dal primo dei nostri suffragati e cioè FRANCESCO SDERLENGA, per via di una squadra rodata che ha lavorato bene. Anche il bottino raccolto da GUIDO de ROSSI va ritenuto importante, anche se ha scontato l’appoggio ufficiale dato dai rappresentanti partitici ed istituzionali all’Assessore uscente PIEMONTESE, sbilanciato come volevasi dimostrare a favore del forestiero.Detto questo veniamo ad una più ampia disamina del nostro voto. A San Severo vince il Centrosinistra. I risultati confermano la vittoria per un soffio: MICHELE EMILIANO 8.478 voti (41,78%) e RAFFAELE FITTO 8.466 voti (41,72 %), un risultato che conferma il Centrodestra ancora vivo ma che qui non riesce mai a trovare un’intesa in termini di opposizione in Consiglio Comunale. Analizziamo alcuni dati relativi alla coalizione vincente. Il PD a San Severo ha portato a casa 3.169 voti pari al 17,19% ma con una campagna elettorale anomala. Da una parte si è spinto su PIEMONTESE, ovvero da parte dei 4 Consiglieri comunali PD in blocco, due Assessori, il Presidente del Consiglio Comunale, un ex-candidato alla carica di Sindaco e i tre Consiglieri comunali del gruppo ‘Liberi e forti’, che si sono spesi apertamente in favore del candidato. Quindi ben 10 attuali amministratori e un ex-candidato Sindaco che in totale hanno racimolato 1.101 voti. Dall’altra parte invece c’era il candidato GUIDO de ROSSI che ha portato avanti la sua campagna elettorale supportato da una frangia di tesserati PD ma nessun amministratore in carica, raggiungendo un risultato di tutto rispetto, ossia ben 1.039 voti soltanto 62 in meno di PIEMONTESE che qui schierava una vera corazzata. Ovviamente ci saranno da affrontare nelle prossime ore dolori di pancia all’interno del partito per capire chi è stato il vero portatore di voti e questo potrebbe influenzare anche la coesione all’interno dello stesso Consiglio Comunale. L’altro dato da sottolineare è, come dicevamo in apertura di servizio, il considerevole risultato raggiunto da FRANCESCO SDERLENGA,candidato nella lista SENSO CIVICO con 1.620 voti, dunque il più suffragato fra i candidati concittadini. SDERLENGAha avuto al suo fianco in questa campagna elettorale due Assessori ed un Consigliere comunale in carica. Il suo positivo risultato è frutto anche del cosiddetto voto di opinione che ha voluto premiare il candidato sanseverese, appoggio lusinghiero che però non gli consentirà di entrare in Consiglio Regionale. Nel Centrodestra il maggior successo lo hanno ottenuto PAOLO DELL’ERBA,candidato nella lista del Presidente FITTO,che con la sua faraonica campagna elettorale ha raggiunto a San Severo 1.041 voti, ma anche LUCIANA DE LALLO, candidata in Fratelli d’Italia che ha ottenuto ben 1.034 voti: a seguire GIANNICOLA DE LEONARDIS,candidato in Fratelli d’Italia, con 771 voti e NAPOLEONE CERA nella lista di Forza Italia con 586 voti. Chiudiamo questa prima analisi a caldo del risultato elettorale con il dato dei5STELLEche si confermano il secondo partito a San Severo con 2.247 voti pari al 12,19%, in lista due sanseveresi LACCI con 460 voti e ROMITOcon 444 voti. SOLITA MORALE DELLA FAVOLA: alla luce del risultato elettorale San Severo per i prossimi 5 anni non verrà rappresentata in Consiglio Regionale. ANCORA UNA VOLTA UNA STORIA AMARA PER LA CITTÀ!

Altri articoli

Back to top button