ComunicatiCultura

ELOGIO DI UNA SAN SEVERO OSPITALE E CIVILE

diMICHELE MONACO

Come è noto 81 anni fa, l’8 maggio del 1937, avvenne il solenne evento dell’INCORONAZIONE della BEATA VERGINE MADONNA DEL SOCCORSO. Il giovane – allora- Cardinale EUGENIO PACELLI (futuro Papa PIO XII) comunicò al Capo della Curia di San Severo il DECRETO con il quale LA SANTA SEDE autorizzava l’INCORONAZIONE della Madonna Nera. Il Decreto originale -scritto in latino e tradotto in italiano-si trova nella sacrestia del Santuario. Ciò che, forse, è poco noto ai nostri giovani Lettori è che, in quei giorni di grande festa, giunse a San Severo il Messo del Papa, il Cardinale CAMILLO CACCIA DOMINIONI (vedi foto) il quale volle accertarsi di persona di come fosse tenuto in considerazione il culto della MADONNA DEL SOCCORSO. Questo autorevole Cardinaleper prima cosa celebrò una Messa solenne nella Cattedrale, assistito dalla presenza dei Vescovi di Benevento, Avellino, Manfredonia, Ascoli Satriano, Campobasso, Cerignola, Lucera e naturalmente dal Vescovo ORONZO DURANTE della Diocesi di San Severo. Vi erano, inoltre, anche Vescovi Missionari provenienti da PAESI AFRICANI (vedi foto). Questa solenne cerimonia come quella dell’8 maggio fu accompagnata dal commento musicale della SCHOLA CANTORUM proveniente dalla Basilica di San Nicola di Bari. Indimenticabile-dicono le cronache dell’epoca- fu invece la presenza in Piazza Incoronazione e nella Cattedrale della GIOVENTU’ CATTOLICA accompagnata dalla prestigiosa figura di Don FELICE CANELLI. In quei giorni di festa si esibirono ben cinque BANDE MUSICALI di cui quattro provenienti da tutta la Regione Puglia(BANDE di FOGGIA, MOTTOLA, SQUINZANO e TARANTO). Dalla Romagna giunse la BANDA di SOGLIANO.Le illuminazioni per la festa furono affidate alla Ditta sanseverese “ANTONINO FRATELLO”. Allo spettacolo delle cinque bande si aggiunse uno spettacolo di luminarie mai viste prima: la illuminazione di tutti i campanilidella città, l’illuminazione dell’intero giro esterno ed interno e tutta la facciata della Cattedrale. Il Cardinale CAMILLO CACCIA DOMINIONI fu fortemente impressionato dalla organizzazione e dalla imponente marea di persone che aveva accompagnato ordinatamente tutte le manifestazioni religiose e civili in quellasettimana. Appena tornato in Vaticano fece giungere il seguente telegramma a PALAZZO CELESTINI: …<< AFFRETTOMI ESPRIMERE SENTIMENTO MIO RICONOSCENTEPER TANTE CORTESIE USATEMINEI PASSATI GIORNI DAL PRIMO CITTADINO E DA TUTTO IL POPOLO SANSEVERESE. VOGLIATE FAR CONOSCERE ALLA VOSTRA BUONA POPOLAZIONE CHE CONSERVERO’ PERENNE ANIMO MIO PER SUA RELIGIOSA CIVILTA’ E OSPITALITA’>>. Nel 1937 fummo elogiati come popolo RELIGIOSO, CIVILE e OSPITALE.

Altri articoli

Back to top button