ComunicatiPrima pagina

EMERGENZA CORONAVIRUS: STOP A LOTTO E SUPERENALOTTO

Lo scorso 12 Marzo una direttiva dell’Agenzia per le Dogane ed i Monopoli, firmata dal Direttore Marcello MINENNA, comunicava a tutti i “concessionari del gioco pubblico” ed a tutte le “rivendite di generi di Monopolio (tabaccai)”, la decisione di sospendere Lotterie e Slot Machine.

La motivazione è stata che “queste tipologie di gioco, per il loro svolgimento, richiedono la permanenza all’interno dei locali, generando una maggiore difficoltà dei cittadini ad accedere all’approvvigionamento delle merci e dei servizi ivi distribuiti”.

Restavano invece accesi i terminali dove “giocare al Lotto ed al SuperEnalotto”.

Sabato 21 marzo arriva una nuova disposizione che sospende anche questi.

Si tratta di un’altra misura per il contenimento del contagio da COVID-19.

Dunque stop al gioco operato con dispositivi elettronici del tipo slot machines; al “Superenalotto”, “Superstar”, “Sivincetutto” e “Lotto tradizionale” dal termine dei concorsi di sabato 21 marzo 2020.

Inoltre stop anche all’Eurojackpot, la cui sospensione, con effetto immediato, è estesa alle modalità di raccolta online.
Sospese, infine, le “scommesse che implicano una certificazione da parte di personale ADM con decorrenza 22 marzo”.

Il tutto per “difendere la Salute” attraverso l’opera di più Decreti, ad iniziare dal primo, formulato l’8 marzo dal Presidente del Consiglio dei Ministri, che “ha previsto la sospensione, sull’intero territorio nazionale, delle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo”. E poi l’altro, analogo, dell’11 marzo, rivolto ai pubblici esercizi, con il quale sono state varate ulteriori misure, prevedendo la sospensione di numerose attività commerciali e di ristorazione, con esclusione però dei tabaccai, purché sia garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro”.

La Redazione

Altri articoli

Back to top button