ComunicatiPrima pagina

FASE 2: SAN SEVERO, RIPARTI BENE!

L'Editoriale di Desio Cristalli

Giorno più, giorno meno, ci siamo e tocca anche alla Comunità Sanseverese ripartire e rianimare l’intera vita sociale ed il suo mondo produttivo. E’ ovvio che il tutto va fatto collettivamente e singolarmente con giudizio. Ognuno deve recitare una parte importante perché la realtà locale non venga funestata da ulteriori tragedie. Il nemico è quanto di più infido potesse capitarci e dunque bisogna consentirsi libertà equilibrate in ogni circostanza. Manteniamo, intanto, tutte le buone abitudini di quest’ultimo periodo di ‘carcerazione domiciliare’, evitando assembramenti e gli affettuosi saluti di una volta, ossequiando inoltre il campionario di regole imposto dal coronavirus. Agli anziani, che per certi versi hanno faticato molto ad abbandonare consolidate abitudini, va raccomandato di stare ancora il più possibile a casa, visto che solo così ognuno garantisce a sé stesso una buona salute. Ai giovani, per versi diversi, va raccomandato di evitare esternazioni troppo amichevoli con i coetanei e di non ricreare atmosfere da ‘movida’ pericolosissime per la loro incolumità. Libertà incontrollate potrebbero favorire l’orrendo nemico in agguato, pur con mascherine e guanti. Tutti insieme, poi, rispettiamo le file ovunque, ponendo sempre tra noi e gli altri quel paio di metri <<salvavita>> raccomandati da tutte le fonti socio-sanitarie più autorevoli. Soprattutto nei luoghi chiusi…occhio alla fregatura per una respirazione meno sanificata rispetto all’aria aperta. Ricordiamo TUTTI che le nostre eventuali incoscienze sarebbero pagate a caro prezzo anche dalle nostre persone care che finirebbero in quarantena, in casa o peggio ancora in ospedale. In fondo non ci viene chiesta la luna ma solo di interpretare la nostra vita in modo equilibrato e diverso dal passato. In conclusione, bisogna ripartire perché è giusto farlo, però che tutto avvenga cum grano salis e con una circospezione alla quale non siamo mai stati abituati. Per alcuni mesi, insomma, dovremo essere molto rigorosi ed esigenti con i nostri comportamenti, in attesa di tempi migliori che riassaporeremo appieno solo con l’arrivo di un vaccino che alcune fonti considerano attendibilmente possibile nel giro massimo di un anno. Alle Autorità va chiesto di allentare i freni…ma non troppo, sanzionando ancora chi pretende di (stra)fare il ‘dritto’…cioè il proprio comodo mettendo a repentaglio anche la pelle degli altri. BUONA E SANA VITA A TUTTI…ALLA FACCIA DEL CORONAVIRUS!    

Altri articoli

Back to top button