Prima pagina

Festa del Soccorso 2017: precisazioni sulla questua – raccolta fondi – per la festa di maggio

Nelle ultime ore ci sono arrivate diverse segnalazioni circa la raccolta porta a porta di soldi, per i prossimi festeggiamenti patronali in onore di Maria SS del Soccorso (20/24 maggio), effettuata da probabili persone NON autorizzate da parte delle Associazioni e dal Comitato organizzatore.

Ricordiamo a tutti che la raccolta fondi – questua – deve essere effettuata da persone incaricate e munite di tesserino di riconoscimento rilasciato dal gruppo di appartenenza. Gli stessi, dovranno rilasciare regolare ricevuta di versamento; medesima deve contenere l’eventuale numero di matricola della cedola, il logo o il nome dell’Arciconfraternita, dell’Associazione, del rione ovvero altri dati riconducibili sempre all’ente organizzatore degli eventi durante i festeggiamenti.

ALTRE RICEVUTE “ANONIME” RILASCIATE DA GENTE “SCONOSCIUTA”, NON SONO REGOLARI E QUINDI POTRESTE ESSERE VITTIME DI RAGGIRI AI FINI DEI GUADAGNI PERSONALI CHE NULLA HANNO A CHE VEDERE CON I PROSSIMI FESTEGGIAMENTI PATRONALI; QUINDI ANDREBBERO NELLE TASCHE DI MILLANTATORI, GENTE SENZA SCRUPOLI NONCHE’ GENTE CHE SPECULA USANDO RAGGIRI PER TRARNE I PROPRI INGIUSTI GUADAGNI AI DANNI DI TUTTA LA FESTA.

“Per debellare la FALSA QUESTUA, – commenta il presidente della Pro Civitate, Ciro Capraro – la ProCivitate invita a dare il contributo SOLO a chi è munito di tesserino di autorizzazione timbrati e firmati. In foto, quelli per il 14° PALIO DELLE BATTERIE lungo i Percorsi Processionali della Pro Civitate”.IMG_5424

Vi mostriamo anche il tagliando ufficiale dell’Arciconfraternita del Soccorso, postato su facebook da gente che ha già dato il proprio VOLONTARIO contributo (fonte festadelsoccorso.info)IMG_5425

Altri articoli

Back to top button