ComunicatiIn evidenza

FESTE PATRONALI IN PUGLIA: La Cep dà il via libera, spetterà alle singole Diocesi autorizzare.

Il 31 marzo scadrà lo stato di emergenza nazionale e che il Governo non intende prorogare, e con esso ritornano feste e processioni.
Lo ha reso noto la Conferenza Episcopale Pugliese in una nota stampa di questa mattina: «È vivo desiderio dei Vescovi delle Diocesi pugliesi, infatti, ridare vita a questi momenti religiosi e sociali così importanti per il cammino delle nostre comunità ecclesiali, sapendo tener sempre insieme i percorsi di catechesi, i momenti celebrativi e le scelte di carità, così come ricordato nel documento “L’annuncio del Vangelo nelle feste religiose popolari”, pubblicato nel 2020 dalla Conferenza Episcopale Pugliese.» – rimarcando, inoltre, l’importanza di questi momenti forti per le comunità e la crescita nella fede – «Per questo motivo, a partire dal prossimo mese di aprile, sarà possibile autorizzare i Comitati delle feste religiose a svolgere le attività loro proprie, non dimenticando che essi devono essere debitamente approvati dalla competente autorità ecclesiastica.

Sempre a partire dal mese di aprile sarà possibile riprendere la pia pratica delle processioni, facendo in modo che alcuni volontari del servizio d’ordine ne garantiscano lo svolgimento secondo le regole vigenti.
Le processioni e le celebrazioni all’aperto, tuttavia, saranno consentite con il Nulla osta dell’Ordinario del luogo e, come previsto dalla Legge, previa comunicazione al Comune e all’Autorità di pubblica sicurezza, competente per territorio, almeno 3 giorni prima.

Le attuali emergenze umanitarie e le nuove povertà legate alla pandemia richiamano tutti a vivere queste manifestazioni con sobrietà e con segni concreti di solidale vicinanza.»

La responsabilità ora passa tutta nelle mani degli ordinari diocesani, nel nostro caso della curia di San Severo, che dovranno ponderare unitamente ai comitati coinvolti le autorizzazioni delle varie processioni.

Altri articoli

Back to top button