ComunicatiPrima pagina

Fibrillazione atriale: rischio ridotto con un semplice intervento chirurgico. Lo studio del cardiochirurgo Domenico Paparella è sul New England Journal of Medicine

Un semplice intervento chirurgico salva i pazienti con aritmia cardiaca da fibrillazione atriale da ictus spesso letali, afferma un ampio studio internazionale condotto dalla Università di Foggia in collaborazione con la McMaster University di Hamilton, Ontario, Canada.

I ricercatori hanno scoperto che la rimozione dell’auricola sinistra, un tessuto inutilizzato simile a un dito, residuo dello sviluppo embrionale con poche funzioni nella vita adulta, riduce il rischio di ictus di oltre un terzo nei pazienti con fibrillazione atriale. Infatti, è ben dimostrato che l’auricola può intrappolare il sangue nell’atrio sinistro e aumentare il rischio di formazione di coaguli nei soggetti con fibrillazione atriale.

Il ridotto rischio di formazione di trombi si aggiunge a qualsiasi altro vantaggio conferito dai farmaci anticoagulanti che di solito vengono prescritti ai pazienti con questa condizione.

Altri articoli

Back to top button