ComunicatiIn evidenza

Flammia: “Miglio azzeri la Giunta. Questa politica congelata danneggia la città”

Questa politica congelata non fa bene alla città di San Severo. Il sindaco Francesco Miglio può azzerare la giunta comunale, ascoltare chi lo ha eletto e nominare un esecutivo forte, che dedichi questi due ultimi anni di consiliatura  a risollevare le sorti della città

“Non è più possibile andare avanti con questa politica agonizzante. I cittadini di San Severo e  le categorie produttive della città hanno bisogno di risposte che l’Amministrazione Miglio sta eludendo. Serve una pausa di riflessione e ricominciare un percorso programmatico che risollevi le sorti della nostra città. Il sindaco deve azzerare la giunta comunale e dialogare con i partiti che lo hanno eletto al palazzo”. Non usa mezzi termini Marco Flammia, presidente della II Commissione consiliare: Urbanistica, Lavori Pubblici, Assetto del Territorio e Ambiente, per evidenziare lo stallo politico istituzionale che caratterizza da mesi l’amministrazione Miglio.

 “È giunto il momento – dichiara il presidente Flammia -, fare chiarezza. Molti assessori comunali disertano le riunioni della commissione da me presieduta, i verbali sono lì, nei cassetti degli assessorati a dormire insieme alle nostre proposte. I cittadini di San Severo stanno attraversando un periodo storico terribile e l’amministrazione cosa fa? Crea a volte ulteriori problemi”. È il caso, secondo il presidente Flammia, dei commercianti di San Severo che si sono visti da un giorno all’altro privare dei cassonetti per i rifiuti, con tutti i disagi possibili. “E cosa ha fatto  – prosegue Flammia -, l’assessore all’ambiente Mariella Romano sulla questione: niente.  E così via su altre situazioni. Si, il bilancio è stato approvato, ma lo avete letto? È il libro dei sogni, tutte grandi opere, ed i problemi quotidiani dei sanseveresi chi li risolve?” Il presidente Flammia poi ritiene superfluo commentare la situazione dei settori di riferimento degli assessori Luigi Montorio e Salvatore Margiotta. Tante opere pubbliche e manutenzioni ferme al palo o  trascurate. L’esempio più eclatante è la Villa comunale chiusa da mesi che secondo Flammia, ancora una volta evidenzia la mancanza di programmazione dell’amministrazione Miglio. “Il bilancio è stato approvato – prosegue il presidente della II commissione consiliare –, è vero. Ma in seconda convocazione e con soli 11 voti. Come mai il consiglio comunale non si è riunito per quattro mesi nonostante le sollecitazioni della gente e le istanze dei consiglieri comunali? Mi piacerebbe che il decano dell’assise cittadina, Michele Santarelli, politico di lungo corso, abile tessitore di accordi politici, ci spiegasse cosa è successo in quei quattro mesi. Consigliere Santarelli, lei che ha una spiegazione per tutto, e lo si vede nei suoi interventi in consiglio, può spiegare alla gente perché il consiglio comunale è stato congelato per 4 mesi per arrivare al bilancio approvato con i voti dell’opposizione? A questo punto per uscire dall’attuale stallo politico intravedo una sola possibilità: azzerare la giunta comunale e mettere in piedi una squadra forte con una sola priorità, il benessere dei sanseveresi ed il rilancio della città che sta morendo”.

Marco Flammia

Presidente della II Commissione consiliare: Urbanistica, Lavori Pubblici, Assetto del Territorio e Ambiente

Comune di San Severo

Altri articoli

Back to top button