Comunicati

FOGGIA – Confcommercio: l’aeroporto Gino Lisa è strategico per il lavoro di rilancio del turismo

“L’allungamento della pista del Gino Lisa è fondamentale per politiche di consolidamento e sviluppo nel medio periodo del turismo per la provincia di Foggia. Su questo invitiamo pertanto Comune di Foggia e Regione e Puglia a fare presto affinché le risorse dei

 

fondi Fas non vengano dirottate altrove”. E’ netta la presa di posizione della Giunta provinciale della Confcommercio, nella parole del suo presidente, Damiano Gelsomino.

“Con il progetto Gargano DMO siamo impegnati in un lavoro complesso e oneroso per provare a mettere a sistema l’attuale offerta di settore del territorio – continua Gelsomino. Lo stiamo facendo con l’obiettivo di rafforzare l’immagine del nostro prodotto turistico, cercando iniziative in grado di trovare nuovi mercati di riferimento. Tutto questo, con il coinvolgimento delle aziende e degli enti locali, dialogando con Puglia Promozione e con tutti gli altri attori impegnati nella promozione del territorio”.

“Ma i nostri sforzi hanno come naturale riferimento, sia pure non nell’immediato, la possibilità di poter contare su infrastrutture di servizio come l’aeroporto di Foggia. Per questo abbiamo sempre rimarcato la disponibilità a collaborare con gli Enti Locali. Un impegno che abbiamo esplicitato al Sindaco Mongelli che ci ha più volte dato garanzie rispetto ai tempi e al buon esito delle procedure”.

“Chi meglio di noi  – insiste il Presidente di Confcommercio – conosce le difficoltà e le ristrettezze economiche del momento. La crisi ovviamente restringe i margini di manovra per tutti; con la conseguenza che oggi può far sembrare quelle risorse non bene allocate. Ma il turismo è la nostra carta principale per un recupero di competitività e l’aeroporto un tassello fondamentale per il suo rilancio.  Mi auguro – conclude Gelsomino – che su questa visione ci sia una unità di intenti tra i nostri rappresentati regionali. O almeno una chiara presa di posizione in modo tale da sapere su chi le aziende del turismo possono contare “.

Altri articoli

Back to top button